• Online dal 2002, Per fare della timidezza un punto di forza.

Gli altri non si accorgono di lei – Consulenza online

ragazza timidaBuon giorno,
per prima cosa vorrei farvi i complimenti per il sito, è molto utile per chi non può permettersi una terapia o semplicemente per chi, come me, non vive vicino alla vostra sede! Vi scrivo perchè vorrei qualche consiglio su come allargare il giro di amicizie: ho sempre i soliti amici con cui ci vediamo nel fine settimana (studiamo in città diverse), ma da un po’ sento l’esigenza di conoscere gente nuova, uscire con altre persone. Il mio problema è che non riesco a socializzare a causa della mia timidezza: quando mi trovo con persone che non conosco bene non so mai di cosa parlare e mi sento bloccata…per esempio quando mi trovo in un gruppo dove conosco già delle persone e altre invece le vedo per la prima volta, con i nuovi arrivati mi sento un po’ a disagio (soprattutto se si tratta di persone dell’altro sesso). Riesco lo stesso a parlare (anche perchè nel gruppo ci sono persone che conosco già, per cui non mi sento totalmente bloccata!), però alla fine non vengo mai notata, non vengo presa molto in considerazione, a differenza delle mie amiche che invece risultano più spigliate e alla fine “colpiscono” di più.
Questo mi fa stare male, perchè non voglio più restare sempre in secondo piano, so che sono molto di più di quello che dò a vedere, ma non riesco a dimostrarlo, e la mia bassa autostima di certo non aiuta.
Inoltre a 23 anni non ho ancora avuto un ragazzo, penso a causa di questo fatto, e cioè che nessuno mi nota, e sento di stare perdendomi qualcosa…sto bene da single ma sento sempre le mie amiche raccontare le loro esperienze e io invece non ho mai nulla da raccontare, insomma vorrei fare qualche nuova esperienza anche io e penso che il primo passo sia trovare nuovi amici. All’università ho un gruppetto di amici ma non usciamo molto spesso e comunque gli studi ci tengono abbastanza impegnati.
Grazie per l’ascolto.
Elena

Gentilissima Elena,
Grazie anzitutto per le gentili parole riguardo al nostro lavoro. Le assicuro che se lei uscisse con questo gruppo di amici che ha con abiti particolarmente sexy, truccata in modo vistoso, parlasse tutta la serata di sesso e bevesse per darsi la carica, lei in poche serate potrebbe essere notata da moltissimi e recuperare in poche ore, nei rapporti con l’altro sesso, tutto quello che non ha avuto in questi ultimi anni… Naturalmente questa è una provocazione: per dirle che il suo comportamento riservato non è solo un aspetto del carattere, ma anche uno stile, una scelta che lei compie ogni volta, in rispetto di sé stessa. Evidentemente non le piace “vincere facile”, come probabilmente fanno le sue amiche e forse nessuno è interessato a lei in quanto in primis è lei a non essere interessata agli altri.

Per capire come stanno effettivamente le cose, lei dovrebbe porsi questa domanda: c’è qualcuno in questo gruppo che mi interessa davvero avvicinare, con il/la quale mi trovo completamente a mio agio, mi incuriosisce, mi diverte, mi fa stare bene? Se la risposta è “si”, occorre mettere a punto delle strategie, quali chiedere il numero di telefono, il contatto Facebook, la palestra che questa persona frequenta e scoprire i suoi interessi, per documentarsi e parlargliene diffusamente al prossimo incontro, in modo da creare una corrente di simpatia. Se la risposta fosse “no”, evidentemente le persone che sta frequentando non la interessano davvero, o almeno non la entusiasmano, ed allora occorre “cambiare giro”, o anche farsi nuove cerchie di persone, in modo da avere più possibilità. Nel cercare questi nuovi amici, lei dovrebbe provare a chiedersi: cosa mi piace più fare nella vita? Cosa mi dà soddisfazione? E’ fare sport? Ok, si iscriva ad un corso di tennis… E’ imparare le lingue? Si iscriva ad un corso di cinese, vada a fare una vacanza all’estero, ecc, ecc. In questo modo potrà farsi molti amici che condividono i suoi interessi e fra questi un giorno non potrà che venir fuori chi le interessa davvero. Concludendo, aspettare passivamente che siano gli altri ad accorgersi di lei non mi sembra una buona idea: se anche fosse che lei crede nel Destino… Si può sempre fare qualcosa per metterlo sulla buona strada, le pare?

Coraggio, esca dal suo letargo.

Dr. Walter La Gatta
Immagine:

Public Domain Pictures

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

About Dr. Walter La Gatta

Si occupa di: . Psicoterapie individuali e di coppia . Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia) . Tecniche di Rilassamento e Ipnosi . Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali. E' responsabile del sito www.clinicadellatimidezza.it Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *