Come essere simpatici ai nuovi amici

essere simpaticiQuando le abilità sociali sono carenti e ci si trova a conoscere persone nuove, può accadere che un timido, nel dubbio su cosa fare e dire, preferisca stare nell’angolo, ad aspettare che qualcuno gli rivolga la parola. Qui di seguito potrete trovare qualche consiglio, per rendersi immediatamente simpatici alle persone nuove:

1. Prepararsi in anticipo qualcosa da dire (di interessante) su sé stessi. Alla prima domanda che vi faranno potrete essere subito brillanti e simpatici. Prepararsi anche qualche aneddoto divertente che riguarda la propria vita e raccontarlo come fosse una barzelletta.

2. Invece di stare da soli, cercate subito la persona più affine a voi presente nel gruppo e cercate di starle vicini. Veste come voi? Ha la vostra stessa età? Abita nello stesso quartiere? Ecco tanti argomenti in comune di cui parlare…

3. Aggiornarsi sempre sulle notizie, sull’attualità, sui nuovi films e brani musicali, per avere qualcosa di cui parlare con chiunque ( e per non rimanere senza parole se vi chiedono un parere!)

4. Fare domande brevi e un po’ banali, per cominciare la conversazione, del tipo ‘Hai freddo? Ti piace questo locale? Ti piace la Coca Cola? Nessuno si rifiuterà di dirvi si o no, ed intanto voi avrete iniziato una conversazione, per cui toccherà all’altro/a continuarla…

5. Cercate di essere sempre voi stessi, non prendete atteggiamenti che non vi appartengono.

6. Sorridete molto e a tutti.

Ricordate: essere timidi è un vantaggio nelle situazioni sociali, perché i timidi sono degli osservatori infallibili. E osservare molto significa capire molto: di sé e degli altri!

A Cura della Redazione
Clinica della Timidezza

 

Seguici

Redazione

Clinica della Timidezza at Ellepi Associati Ancona
Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.
Seguici

Latest posts by Redazione (see all)

About Redazione

Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali. Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.

Lascia un Commento

23 commenti

  1. che mucchio di stronzate!

  2. a volte puoi comportarti anche il + carinamente possibile ed essere giudicata dalla società abituata a sputarsi in faccia una deficiente ….che sorride sempre….solo perchè siamo molto educati…questo qui su ne è un esempio….l’articolo invitava semplicemente a considerarsi simpatici e ad aprirsi e al solito qualcuno aspira sempre a chiudere l’ultimo barlume sulla speranza in una amicizia….ki vuole gli amici sa trovarseli e tenerseli in bocca al lupo a tutti i timidi

  3. i consigli sono ottimi, ma mi chiedevo, è proprio necessario essere simpatici a tutti?

  4. Essere simpatici a tutti i costi. E’ questo il mio “problema” di sempre. Chi non ha avuto la fortuna di nascere simpatico, qualunque espediente adoperi, risulterà vano e il più delle volte controproducente.Ritengo, che alla mia età, debba accettare questo limite e esaltare il motto ” se piaci è semplicemente per come sei, difetti inclusi”.

  5. ogni persona ha il proprio carattere e sforzarsi per apparire simpatici sia inutile le persone notano la naturalezza e la scioltezza e poi credo che avere sempre il sorriso in faccia sia una mancanza di dignità personale se il sorriso serve solo ad apparire amabile,tutto ciò che è naturale e semplice è bello perchè è l essenza di ua persona,e poi non è vero che chi ride sempre,che parla molto che sa rendersi amabile sia veramente simpatico,molte volt è solo apparenza che alle prime difficoltà ti voltano le spalle

  6. concordo col commento qui sopra, se non c’è la spontaneità potresti risultare quasi uno schizzato, ed è difficile trovarla..

  7. a sto punto fatevi le canne, quelle di erba però, vedrete come si è più simpatici a tutti..certo se io chiedo ad una persona che non conosco “ti piace la coca cola?” solo per attaccare bottone, me lo sono già giocato in partenza..spero proprio che questo articolo non l’abbia scritto uno psicologo..

  8. le persone fanno colpo subito immediato…fatto estetico.la prima parola sbagliata sei fregato puo gia determinare lo stato della persona D; come il contrario. :X la timidezza e solo un punto debole ti blocca, non ti fa parlare le persone ti skivano e cercano di parlare con le altre perciò un consiglio basilare e modesto NON SIATE TIMIDI xd
    by tebruse majiormask furbizio 😀

  9. Per i timidi imparare a giocare coi propri difetti anzichè esasperarli, indipercui farsi conoscere per lo schifo che ci si ritiene sepur risultando divertenti o comunque interessanti sarebbe il passo in avanti più grande, sicuramente il primo da mettere in atto. Ovviamente bisogna capire con chi giocare e molto importante anche imparare a farsi dei nemici, fondamentale per la personale crescita mentale fino alla maturità. Cercare di andare d’ accordo con chiunque a mio parere risulterebbe solo che controproducente. Ricordate: “ciò che non uccide fortifica”…niente di più vero.
    Assolutamente non semplice la faccenda, lo so.

  10. Probabilmente i consigli iniziali sono stati indicati da persone cresciute e quindi abituate a vivere in contesti sociali decisamente più sani e disponibili. Quindi minimo trent’ anni fa.
    La gente è cambiata, e non poco.

  11. Ma quanto severi siete stati tutti!! Secondo mé l’autore di questo articoletto ha ragione. E’ solo che quì elenca solo i comportamenti da addottare senza specificare che essi sono la causa di qualcosa di più profondo nell’animo umano. Chi vuole amicizia deve percepire in sé ciò di cui ha bisogno come se già lo avesse. Il punto fondmentale è questo: accettare se stessi a prescindere dai difetti. Essere felici già da sé e accettare la realtà che ci circonda. In fondo siamo noi responsabili della nostra realtà attirando a noi quel tipo di esperienze che percepiamo nel cuore. Possiamo coltivare la felicità nel nostro cuore a presindere dagli eventi esterni cercando di raggiungere quello stato di quiete che i filosofi epicurei definivano come atarassia. A tale prposito consiglio la lettur del libro “Il segreto del cuore” che mi ha cambiato la vita. Prima ero timida e emarginata.. ma ho lottato partendo da mé stessa.. ora sono rispettata e amata da tutti.. e presto divenni una modella. Credeteci, credeteci e nn disperate! ll mondo è bellissimo, dovete solo educare la vostra mente alla positività e non date affato peso a chi vi stà intorno.. la gente và e viene e tutti hanno gli stessi problemi. Auguro a tutti tanta tanta fortuna

  12. Quasi tutti voi dite che questi consigli sono inutili e che non si può modificare il proprio carattere e allora io mi chiedo perchè avete cercato “come essere simpatici”?

  13. cosa si può chiedere a un ragazzo che vedo da due anni nella stessa palestra per avviare una conversazione?

  14. avere sempre il sorriso sulle labbra non significa essere falsi significa godersi la vita nelle piccole cose ed esserne felice…

  15. prendendo questo articolo come una serie di consigli da seguire non posso che essere daccordo con tutti (e cercherò di seguirli), ad eccezione che col primo: prepararsi degli argomenti interessanti. Il problema di una persona timida spesso è proprio quello di non sapere cosa potrebbe essere interessante da dire in un dato momento. Non credo sia utile prepararsi in anticipo delle cose interessanti da dire, quando non puoi avere la minima idea della situazione in cui andresti a dirli, potrebbero essere interessantissimi, ma risultare fuori luogo. non riesco proprio a capire questo consiglio

  16. ahhhh io nn credo di essere timido….tutta via nella mia classe non sto simpatico a nessuno e anche se provo ad esserlo non cambia niente….probabilmente nn so chi è il mio vero “io” non ne ho proprio la minima idea e se possibile vorrei scoprirlo in modo da far vedere a tutti come sono veramente

  17. Io ammiro le xsone ke riescono a essere simpatiche sempre, cambiare il carattere nn è facile! poi qnd tutti si fanno una certa idea di te…

  18. credo che queste cose siano utili per sconfiggere la timidezza ma se uno si prepara delle cose da dire poi se l’ altro gli domanda qualcosa e non ha la risposta pronta tutto sto casino non è servito a niente… ecco il mio consiglio: siate sempre voi stessi!

  19. il problema sta tto nella simpatia,cioè,se 6 simpatico ti fai deji amici, se nn sei simpatico stai da solo…..x ki nn è simpatico… cm si deve fare??

  20. contrariamente ai tanti qui sopra, io credo che l’articolo sia ben scritto. pensateci un momento. davvero una persona che faccia un qualcosa nella vita e non sia rinchiusa in nnsodove in un altro pianeta.. non saprebbe di che parlare?
    a volte attaccare bottone è semplicemente un modo per iniziare a conversare e mettere a proprio agio il tuo interlocutore e te stesso. Parlarsi, abbozzando un sorriso, guardando la persona negli occhi, non so, a me personalmente (che sono un cazzo di timido) mi sprona a parlarci ancora ed ancora. anche se gli argomenti non sono particolarmente interessanti e\o elevati da un punto di vista intellettuale.
    l’amicizia è un rapporto, che è a sua volta la conseguenza di un trascorso insieme ecc ecc..
    il punto è: non ti trovi l’amico sorridendo come un ebete, e fermando le persone per strada chiedendo se piaccia o meno la coca cola (immaginate..:D), te lo trovi se ti ci trovi a conversare e semplicemente, lasciandoti trasportare dalla conversazione, trovi quella persona, e lui-lei trova te, simpatico, affine ecc ecc. poi il tempo dimostrerà se sto legame si mantiene, si fortifica perchè ci si frequenta ecc ecc e sarà infine amicizia. almeno in alcuni casi
    che ne pensate?

  21. ragazzi dai…

  22. chiedere ad una persona se gli piace la coca cola è un modo come un altro per iniziare un dialogo essere simpatici solo perche si fuma una canna vuol dire distruggere la propria personalita ed è da completi idioti io mi devo rovinare la salute per dimostrarmi simpatico a qualcuno ma va finiamola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *