• Online dal 2002, Per fare della timidezza un punto di forza.

Disturbi alimentari e relazioni sociali e di coppia

 

disturbi alimentari

I disturbi alimentari hanno un impatto fondamentale sulle relazioni, sia amicali, sia di coppia: spesso si tratta di un impatto molto negativo, o addirittura distruttivo.

Secondo uno studio recente, le persone che soffrono di disturbi alimentari sanno che i loro corpi potrebbero non essere graditi agli altri, o che le loro abitudini riguardo al cibo non rispettano i canoni normali, per cui spesso tengono gli altri lontani, per evitare i loro giudizi. La scarsa soddisfazione verso se stessi può condurre queste persone a credere di non poter mai essere amate e quindi le persone con disturbi alimentari evitano di mettersi in gioco, aprendosi all’amore verso un’altra persona, perché sanno che potrebbero solo soffrirne.

L’isolamento e la separazione sono dunque sia la causa, sia l’effetto dei disturbi alimentari, dal momento che le persone compensano la loro solitudine ritirandosi ulteriormente nel disturbo alimentare, perpetuandolo.
Quando si ha a cuore una persona che soffre di disturbi alimentari si vorrebbe aiutarla a superare le sue ossessioni verso il cibo, cercando di orientarla verso un’alimentazione più sana. Una relazione dunque, di coppia o semplicemente amicale, una volta basata sul reciproco sostegno può trasformarsi in una relazione medico-paziente, sconvolgendo l’equilibrio della relazione e provocando un attaccamento malsano e stressante.

Non è facile poter controllare i comportamenti di una persona con disturbi alimentari, anche riguardo alla vita sessuale. Molte persone con disturbi alimentari hanno infatti una chiara riduzione della libido, sia per la scarsa considerazione verso la propria immagine corporea, sia per il giudizio del partner, che è sempre molto temuto. 

Ma ci sono anche ragioni fisiologiche da prendere in considerazione. Prendiamo ad esempio l’anoressia: un corpo affamato inizia a disattivare le funzioni non essenziali – come ad esempio la capacità di avere figli, concentrandosi sulle limitate risorse energetiche per far funzionare organi vitali come cuore e cervello. Se il corpo è appena in grado di prendersi cura di sé, non può sostenere la crescita di un feto ed infatti uno dei segni chiave dell’anoressia è l’amenorrea, la scomparsa delle mestruazioni. Gli ormoni che permettono la mestruazione, in particolare l’estrogeno, hanno bisogno di cellule di grasso per essere prodotte. Quando i livelli di grasso nel corpo scendono al di sotto dei livelli necessari per le donne (21-33% per donne di età compresa tra i 20 e i 39 anni), gli ormoni della fertilità non vengono più prodotti e, come conseguenza, anche il desiderio sessale diminuisce.

Gli studi sulla soddisfazione sessuale hanno dimostrato che la soddisfazione sessuale è inversamente correlata al grado di restrizione calorica e che maggiore è la perdita di peso, maggiore è la perdita del piacere sessuale.
Anche se la persona anoressica non riconosce esplicitamente la propria malattia, il 90% dei propri pensieri è legata al cibo. Rimane dunque poco spazio per le altre relazioni o per l’intimità.

La buona notizia è che, migliorando gli aspetti legati al desiderio sessuale, si migliorano anche i  sintomi tipici dei disturbi alimentari,

Dr. Giuliana Proietti

Fonte:
HOW EATING DISORDERS AFFECT RELATIONSHIPS

Immagine:
Pexels

Autore:

Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

About Dr. Giuliana Proietti

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni) ● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale) ● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali. Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui Tweets di @gproietti

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *