• Online dal 2002, Per fare della timidezza un punto di forza.

I problemi degli ambidestri

ambidestriI bambini ambidestri, o mixed-handed, cioè coloro che usano indifferentemente la mano sinistra o quella destra per svolgere dei compiti, hanno maggiori probabilità di avere problemi psicologici, problemi di linguaggio e scarso rendimento scolastico. Lo afferma un nuovo studio pubblicato sulla rivista Pediatrics.

Gli ambidestri rappresentano l’1% della popolazione. Lo studio si è occupato di circa 8.000 bambini, 87 dei quali erano mixed-handed, ed hanno così scoperto che questo tipo di bambini, a 7 e 8 anni di età, avevano il doppio delle possibilità di avere difficoltà di linguaggio e problemi nei compiti scolastici, rispetto ai destrimani.

Quando questi soggetti raggiungono i 15-16 anni, corrono il doppio dei rischi di avere dei sintomi del disturbo di attenzione/iperattività (chiamato in gergo clinico ADHD) dei destrimani, presentando comunque sintomi più severi. Si stima che i soggetti che soffrono di ADHD siano all’incirca da 3 a 9 soggetti ogni 100, in età scolare.

Gli adolescenti stessi hanno riferito di avere delle grosse difficoltà nell’uso del linguaggio rispetto ai mancini o ai destrimani. La conclusione di questo studio è dunque in linea con i precedenti studi sulla dislessia, che arrivavano alle stesse conclusioni, affermano i ricercatori.

Non si sa ancora benissimo perché vi siano queste differenze fra soggetti che usano prevalentemente una mano o l’altra, (o entrambe), ma si sa che l’uso della mano destra è legato ad una dominanza dell’emisfero sinistro del cervello.Alcuni ricercatori dunque suppongono che, nel caso di soggetti ambiedestri, non vi sia una predominanza cerebrale di un emisfero sull’altro. Uno studio ha suggerito che l’ ADHD possa essere legata ad una azione più debole della parte destra del cervello,  il che potrebbe spiegare perché alcuni studenti ambidestri possano avere sintomi di ADHD.

Poiché i bambini ambidestri sono pochi, è difficile studiare il fenomeno. In ogni caso, avvertono i ricercatori, sarebbe sbagliato assumere che tutti gli ambidestri abbiano problemi nel rendimento scolastico o sintomi di ADHD. La Dr Rodriguez correttamente avverte che nel loro studio i soggetti esaminati hanno mostrato maggiori possibilità statistiche di avere un determinato tipo di problemi, ma che sarebbe sbagliato generalizzare, dal momento che la gran parte dei soggetti studiati non ha mostrato di avere questo problema.

Dr. Walter La Gatta
Fonte: Eurekalert

www.clinicadellatimidezza.it
Immagine Chaps 1

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

About Dr. Walter La Gatta

Si occupa di: . Psicoterapie individuali e di coppia . Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia) . Tecniche di Rilassamento e Ipnosi . Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali. E' responsabile del sito www.clinicadellatimidezza.it Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un Commento

Un commento

  1. Ravecca Massimo

    Le mani di Gesù dipinte da Leonardo nel Cenacolo, uniche nel dipinto, una con la palma verso il basso e l’altra verso l’altro indicano che Gesù era ambidestro come naturalmente era Leonardo e in parte Michelangelo? Cfr. ebook di Ravecca Massimo: Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *