Il porno nuoce all’erezione

Porno
Nel 112 ° Congresso annuale americano di Urologia si è parlato a chiare lettere di una nuova sindrome: la disfunzione erettile indotta da un consumo eccessivo di pornografia.

Questo dato emerge grazie alla somministrazione di un questionario a più di 300 uomini e donne di età compresa tra i 20 e i 40 anni che avevano chiesto una consulenza  urologica. Risultato: il 3,4% di quegli uomini ha dichiarato che preferisce masturbarsi mentre guarda il porno, piuttosto che avere rapporti sessuali con una partner.

Il dato è preoccupante, visto che nella popolazione di età compresa fra i 20 e i 40 anni, tre quarti degli individui consumano porno almeno una volta alla settimana (il 40% di loro almeno tre volte la settimana).

Un numero significativo di questi consumatori ha avuto problemi di disfunzione erettile nei rapporti sessuali. “Il tasso di cause organiche di disfunzione erettile è estremamente basso a questa età, ha dichiarato il Dr. Mattew Christman, uno dei ricercatori che hanno condotto lo studio, ed è stato per questo necessario cercare ciò che poteva spiegare l’aumento di DE osservato negli ultimi anni in questo gruppo. ”
Ha aggiunto: “Crediamo che la pornografia possa essere la spiegazione.”

Curiosità: nessun disturbo è stato osservato tra le donne che guardano la pornografia (meno di un terzo delle donne intervistate).

La dipendenza da porno era già nota ai neuroscienziati. Nel suo libro “Tutti dipendenti!” il professor David Linden della Johns Hopkins University (USA), ha raccontato infatti che cosa accade nel cervello durante la visualizzazione di materiale pornografico: “Uomini e donne mostrano una forte attivazione di alcuni elementi chiave del circuito della ricompensa”. La pornografia su Internet, in particolare, è un super stimolante per il circuito della ricompensa, probabilmente perché permette di trovare  con facilità e ininterrottamente immagini sessualmente eccitanti “, dice il Dott Christman.

Uno studio condotto tra gli studenti e pubblicato nel 2015 aveva già dimostrato che il rischio di soffrire di una mancanza di libido,
andava dallo 0% di coloro che non guardano porno al 6% di coloro che lo guardano meno di una volta alla settimana e al 16% di coloro che lo guardano più di una volta alla settimana. Una spiegazione, sostenuta da un altro studio del Kinsey Institute, è che i dipendenti da porno  tendono a cercare nuovi stimoli e si rivolgono a pratiche sessuali insolite o estreme, il che rende il sesso classico, detto anche “vaniglia” (per dire di gusto comune) troppo noioso, anche se si tratta di sesso reale e non virtuale.

Per la disfunzione erettile indotta da overdose di sesso tuttavia, vanno indagati anche altri meccanismi, come ad esempio l’aspettativa di una mancanza di fallimenti nelle pratiche di autoerotismo, evitando così l’angoscia suscitata dall’ “ansia da prestazione”, tanto temuta da molti uomini.

Dr. Walter La Gatta

Fonte:
Trop de porno nuit à l’érection, Figaro

Immagine:
Pexels

Dr. Walter La Gatta
Social

Dr. Walter La Gatta

Psicoterapeuta Sessuologo at Ellepi Associati Ancona - Terni
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui
Dr. Walter La Gatta
Social

Latest posts by Dr. Walter La Gatta (see all)

About Dr. Walter La Gatta

Si occupa di: . Psicoterapie individuali e di coppia . Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia) . Tecniche di Rilassamento e Ipnosi . Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali. E' responsabile del sito www.clinicadellatimidezza.it Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *