L’uso compulsivo dei social network: perché?

uso compulsivoL’uso compulsivo dei social network può dipendere dal fatto che su di essi c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere, gli aggiornamenti sono continui. Parliamo di Facebook, MySpace e Twitter, ma anche di Last.fm, un sito di nicchia che connette i fans dello stesso tipo di musica.

La Professoressa Baym della Università del Kansas ha scoperto che queste amicizie online fra persone che condividono gli stessi gusti tendono ad essere più fragili, sebbene le persone li usino proprio per tenersi in contatto con gli altri.

In questi siti infatti si parla sempre degli stessi argomenti , non c’è varietà di scelta neanche fra le attività da fare insieme. I social network tuttavia permettono alle persone di accedere a risorse presenti su Internet che altrimenti non conoscerebbero.

La Baym ha recentemente pubblicato il libro: “Internet Inquiry: Conversations About Method.”

Dr. Walter La Gatta
Fonte: UPI.com

 

Dr. Walter La Gatta
Social

Dr. Walter La Gatta

Psicoterapeuta Sessuologo at Ellepi Associati Ancona - Terni
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui
Dr. Walter La Gatta
Social

Latest posts by Dr. Walter La Gatta (see all)

Un pensiero su “L’uso compulsivo dei social network: perché?

  1. Salve a tutti, leggo veramente con interesse questo blog che ho scoperto da poco, e da cui ho preso qualche spunto anche per discutere sul mio blog…

    Commento questo articolo perchè è una delle cose che mi sta a cuore in questo momento, ho avuto delle vicende personali proprio legate al mio ex ragazzo, che si è chiuso in internet fino a trovarci nuove “amicizie” e una nuova ragazza, perdendo completamente di vista la vita reale se non per qualche incontro sporadico appunto con queste persone, il lavoro e poche altre cose…Tra le altre cose, anche il lavoro lo fa al pc, per cui vive praticamente seduto dinanzi allo schermo…

    Io credo che internet sia una delle armi più potenti che abbiamo, ma come tutte le risorse enormi, può diventare un problema…
    I social network dovrebbero essere un ULTERIORE modo di socializzazione e non L’UNICO, come spesso invece accade oggi, anzi oggi accade l’inverso, ci si conosce online per poi diventare amici anche nella vita reale…o fidanzati o collaboratori o chicchessia..

    e lo trovo veramente triste, rinchiudersi davanti a uno schermo quando magari fuori c’è il sole, o la pioggia, o un concerto, insomma è triste pensare che non si hanno altre vie per socializzare con altri…per una birra insieme o una chiacchierata che non sia “virtuale”…

    anche io passo diverse ore su internet, ma lo utilizzo in modo diverso…per me è uno strumento prima di tutto di informazione, oltre che di confronto e di sfogo…
    ma non ho perso la voglia di andare a prendere un caffè con un’amica o di andare al parco coi miei cani…

    trovo che questi social network ormai stiano prendendo sempre più il posto di un surrogato della nostra vita reale…
    e mi fa veramente tristezza..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *