• Online dal 2002, Per fare della timidezza un punto di forza.

Non riesco ad esprimere la mia rabbia

rabbia

Salvador Dalì Faccia invisibile

Sono un ragazzo di 22 anni. Il mio problema è questo: non riesco a esprimere la mia rabbia. Mi spiego. Ogni volta che inizio una discussione con qualcuno, persino con i miei genitori, vengo facilmente sopraffatto e non riesco a far valere la mia opinione. Appena la discussione diviene un pò più accesa comincio a tremare e sento che stanno per affiorare le lacrime, così preferisco ritirarmi e lasciare che gli altri ottengano ciò che vogliono. Ciò è molto frustante perchè mi sento come un bambino che non riesce neanche a difendersi da solo e come conseguenza cerco di evitare qualsiasi tipo di confronto troppo forte, rinunciando a far valere miei diritti e finendo col non riuscire a farmi rispettare. Il problema comincia a preoccuparmi sempre di più col passare del tempo, poichè crescendo mi trovo ad affrontare maggiormente situazioni in cui potrei confrotarmi duramente con altre persone ma a causa di questa paura mi ritrovo a scappare persino in circostanze dove so di avere palesemente ragione. Ad esempio, se sono in fila a uno sportello e qualcuno maleducatamente mi sorpassa riesco a malapena a protestare, perchè so che sarei subito assalito da un’incontrollabile voglia di piangere…Il che mi imbarazzerebbe troppo e darebbe all’altra persona la possiblità di sopraffarmi anche più facilmente. Cosa posso fare?

 

L’incapacità di gestire le proprie emozioni può spesso portare a non saper controllare i propri comportamenti e atteggiamenti, anche quando questi apparentemente potrebbero rappresentare normali attività quotidiane. Nel suo caso specifico questa incapacità non le consente di saper rispondere in modo appropriato alle esigenze della realtà che la circonda, mettendola frequentemente in situazioni imbarazzanti che la spingono purtroppo a mettere in atto comportamenti evitanti. Ritengo che il primo problema da superare sia appunto la gestione delle sue emozioni: questo potrà avvenire in forma di auto aiuto attraverso l’apprendimento di una tecnica per il controllo dell’ansia e per il rilassamento, di cui potrà trovare informazioni in Internet oppure tra le numerose pubblicazioni in libreria. Se ciò non dovesse essere sufficiente, dovrà necessariamente rivolgersi ad un collega psicologo della sua zona per risolvere al meglio il disagio di cui soffre.

Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

Clinica della Timidezza

Autore:

Dr. Walter La Gatta

Si occupa di:


. Psicoterapie individuali e di coppia

. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)

. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi

. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.


E’ responsabile del sito

www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908


Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui


Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui


About Dr. Walter La Gatta

Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E’ responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it

Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un Commento

2 commenti

  1. Potrebbe essere più specifico e indicare qualche tecnica per il controllo dell’ansia che lei ritiene valida?
    Grazie

  2. Dr. Walter La Gatta

    Vi sono varie tecniche di controllo dell’ansia, ma la loro efficacia è molto soggettiva.
    Molto apprezzato è in genere il training autogeno, che però va appreso unicamente da una persona competente e capace di praticarlo.
    (Apprenderlo sui libri o dalle video cassette non serve a nulla).
    C’è poi lo yoga, le tecniche di respirazione, il biofeedback, l’autoipnosi, le tecniche di visualizzazione, il rilassamento progressivo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *