L’imbarazzo: una emozione pro-sociale

imbarazzo

L’esperienza dell’imbarazzo, tutti la conosciamo, non è per niente gradevole e per questo, anche in ambito psicologico, viene considerata un’emozione negativa. Come la vergogna, il senso di colpa, e l’orgoglio, l’imbarazzo riguarda l’autoconsapevolezza, nel senso che, per provare questa emozione, occorre avere sviluppato delle abilità cognitive che consentano di poter…

Continua

Ti senti socialmente escluso? Ehm… Prova a stringere un orsacchiotto!

teddy bear

L‘esclusione sociale ci rende tristi e ci fa stare male. Purtroppo però, questo crea un circolo vizioso perché se siamo giù di morale, siamo poi meno propensi a impegnarci nei rapporti sociali, e quindi abbiamo meno probabilità di stringere nuovi legami con gli altri. Un nuovo studio documenta un modo…

Continua

Giulio Berruti è timido

giulio berruti

Giulio Berruti, 32 anni, divenuto popolare con la fiction ‘La figlia di Elisa-Ritorno a Rivombrosa’ ha scelto la professione di attore per superare la timidezza. Questo ha dichiarato in un’intervista rilasciata a PiùSanipiùBelli: “Il mio lavoro mi permette, giorno dopo giorno, di conoscermi meglio, capire cose nuove di me, anche…

Continua

Ryan Adams è timido

Ryan Adams

Ryan Adams ha da poco pubblicato “Ashes & Fire”, il suo tredicesimo album in studio. Conosciuto per i suoi eccessi sin dai tempi dei Cardinals, Ryan Adams confessa di aver sofferto a lungo per la sua timidezza: “Quando avevo vent’anni ero molto timido, e mi sono trascinato dietro questo problema…

Continua

La noia? Molto utile!

bambino annoiato

Quando si è annoiati, non si riesce più a concentrare la propria attenzione sul mondo esterno. Alcuni studi hanno scoperto che queste modificazioni nell’attenzione ostacolano le aree del cervello che sono associate all’autocontrollo e all’elaborazione della visione e del linguaggio (1). Di conseguenza, si la sensazione che il cervello sia…

Continua

Il senso di umiliazione

umiliazione

L’umiliazione, fra le emozioni, è una fra le meno studiate, anche se recentemente ha iniziato a ricevere attenzione come una emozione del “self conscious”, o dell’autoconsapevolezza (Elison e Harter, 2007), cioè quelle emozioni che si cominciano a provare una volta che si sia sviluppato il senso di sé. Il senso…

Continua

Anche nel virtuale, il linguaggio del corpo è importante

virtuale

La moderna tecnologia ci permette di comunicare in molti modi, ma la comunicazione virtuale spesso impedisce di osservare il linguaggio del corpo del nostro interlocutore, come ci è invece possibile nelle interazioni faccia a faccia. Una nuova ricerca, pubblicata nel mese di ottobre nella rivista scientifica online PLoS ONE, ha…

Continua