Don Ciotti, del Gruppo Abele, parla a La Stampa di quando conobbe Vasco Rossi. «Fu un momento importante, Vasco decise di parlare del suo disco in quello che era stato un luogo rappresentativo della fatica di uomini e donne, da poco trasformato in uno spazio di accoglienza per famiglie, ragazzi di strada» ricorda il fondatore del Gruppo Abele. Ma Don Ciotti dice anche che…

<<…Vasco è un timido. Quando venne da noi tre anni fa, non fu l’apparizione della rockstar, ma di un uomo che nella sua vita ha attraversato tutta l’irrequietezza dell’esistere: sogni, paure, fragilità, errori, idealità. Questo fu quello che passò ai ragazzi, come agli operatori, ai giornalisti. Ma è proprio ai giovani, quelli che ce la stavano mettendo tutta per essere fuori dalla droga, la prosituzione, diede la spinta più forte: disse che era possibile voltare pagina. Come era riuscito a fare lui. E lo fece con estrema umiltà, ammettere i propri errori è un grande segno di libertà>>.

Fonte: La Stampa
Immagine: Ansa.it

A cura della Redazione del sito
Clinica della Timidezza

Mix

Autore:

Redazione
Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.