fine estate
Consulenza

Giorni di fine estate – Consulenza online

Buongiorno,
sono Marco, ragazzo di Taranto di 16 anni (classe 1995). Le vorrei chiedere aiuto per un problema che serpeggiava un po’ durante tutta l’estate, ma che sta uscendo fuori in maniera drammatica in questi giorni di fine estate. Ho vissuto una bellissima estate. Ho ritrovato i miei amici del mare, e ho fatto amicizia con quasi tutti nella mia spiaggia. Ho avuto delle bellissime esperienze: conoscere gente nuova, fare nuove amicizie, soprattutto con alcuni ragazzi, uscire fino a tardi tutte le sere, fare i falò in spiaggia, passare tutta la notte sveglio a Ferragosto. Questa estate è stata bellissima, molto più bella delle mie aspettative, specialemente dopo un brutto inverno, dove, per colpa del leader della classe, che mi ha distrutto solo per la nostra rivalità, ho dovuto affrontare l’emarginazione del gruppo di amici di ragazzi dalle uscite del sabato sera e dai vari ritrovi a casa degli amici.

Adesso la vita è totalmente diversa, ho ottenuto conferma delle mie capacità sociali, la mia abilità nello stare nel gruppo, e ho trovato un po’ di supporto in classe per l’anno scolastico che sta per iniziare, ed eventualmente altri amici con cui uscire. Non dovrei avere problemi. E invece ce ne ho uno. Uno molto grave. Molto grave perchè sta riuscendo ad avvelenarmi in questi giorni di fine estate, quando ormai è tutto finito e non si fa più niente se non prepararsi per il nuovo inverno. Per lei, può sembrare banale, ma per me adesso è la questione più importante, la più urgente, quella che devo eliminare immediatamente. Questo problema è che non ho la ragazza. Alla mia età, in genere i ragazzi hanno avuto, almeno dalle mie parti, le loro prime esperienze con le ragazze. Per esempio, il primo bacio in genere arriva intorno ai 12 anni. Il primo fidanzamento arriva in genere a 13 – 14 anni. E, se vogliamo anche andare oltre, a 16 – 17 anni arriva il primo rapporto sessuale. Io sono arrivato ai 16 anni senza neanche aver dato il mio primo bacio. Ritardo di ben 4 anni rispetto ai miei coetanei. Ma non è tanto essere in ritardo o in anticipo che mi preoccupa. Il mio problema principale è che non ho la ragazza e ho il terrore di non averne mai una. Mi sento spacciato perchè innanzitutto è difficile che io conosca ragazze nuove. Certo, questa estate ne ho conosciute tante. Però molte erano più grandi di me, o già impegnate. E non ho occasione di conoscerne di nuove: per esempio, alla fine le ragazze della spiaggia che potevo conoscere non erano tante. E non potevo mica buttarmi sulle sconosciute, sembra tanto di fare la figura del maniaco. E, ponendo il caso che riesca a conoscerne abbastanza, ho un altro problema, non grave, gravissimo: non so come “provarci” con una donna. Non so come muovermi, non so cosa fare, cosa non fare. So solo che è vietato diventare amico di quella che mi piace: se ci divento amico, lei mi vedrà come tale, e sarà impossibile ottenere “di più”, farla diventare la mia ragazza. E ho anche paura di sbagliare: non posso permettermi troppi errori, se no le donne finiscono. Alla fine, di 1 in 1, i 6 miliardi di popolazione mondiale li raggiungi.
E non posso permettermi di continuare a vivere senza una vita sentimentale/sessuale. Ho bisogno anche io di essere amato, di essere desiderato, voluto. E non so come fare. Mi sento vuoto dentro, come se stessi sprecando il mio tempo. Col pensiero fisso che mi devo arrendere, che non posso piacere a una della mia età. Che la mia sensibilità, dolcezza, capacità di darmi totalmente, essere sempre disponibile, pronto, non sono delle qualità attrattive ma cose tipo odori  sgradevoli, repellenti, capaci di allontanare ogni donna. E mi sento distrutto, sconfitto, fallito. Non sono ai livelli di qualche mese fa, da volermi suicidare, ma sono sempre in quel punto: da che direzione vado, per vincere la guerra? Cosa devo fare, per farcela? Ho bisogno di aiuto… da solo, senza nessuna dritta, nessun consiglio per conquistare una donna, non credo proprio di farcela. Già vedo il mio futuro: avrò tanti amici, ma a casa mia sarò solo come un cane. Senza nessuno da salutare la mattina al risveglio o la sera prima di dormire, senza nessuno a cui dire quanto voglio bene…

Caro Marco,

Hai fatto benissimo a scrivere questa lettera, perché sicuramente aver espresso in parole tutte le tue emozioni e le tue paure ti ha permesso di scaricare un po’ la tensione e di sentirti meglio. Dici che hai trascorso un’estate bellissima e che questo ti ha fatto capire che, volendo, puoi farti molti amici ed amiche: ora sta a te non rovinare tutto con finti problemi e finte convinzioni. Infatti, chi ha detto che per avvicinare una ragazza non bisogna esserci amico? Anzi, è proprio l’essere amico di una ragazza ciò che ti può permettere di entrare in intimità con lei o, nel peggiore dei casi, di conoscere meglio tutte le sue amiche… Se poi ci dovessi provare con qualcuna, nessuna ti prenderà certamente per maniaco, ma per un ragazzo del tutto normale (i maniaci hanno ben altri comportamenti!). Quanto alle diverse età che indichi per il primo bacio, il primo rapporto ecc., non ti formalizzare: anche nelle cose dell’amore e del sesso, c’è chi comincia prima, chi comincia dopo e ci sono pro e contro in entrambe le cose. Il consiglio che posso darti è di pensare di meno e di fare di più, a cominciare da questo momento… Perché non provi a telefonare alla ragazza che ti piace e ad invitarla a prendere un gelato con te? Se ti dirà che, guarda caso, oggi è impegnata, no problem, passa alla seconda della tua lista. Prima di arrivare a 3 miliardi di donne circa che ci sono al mondo, ce ne vuole!
Ciao, stai bene!

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it

Immagine:

Unga Dunga, Flickr

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it

Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.