Isabelle Huppert

L’attrice francese Isabelle Huppert ha parlato ultimamente della sua timidezza e delle ragioni per cui ha iniziato a recitare:

Intervista tratta da Telerama.fr:

D: Lei ha detto uno giorno di essere diventata attrice a causa di una serie di incapacità. Quali erano le cose in cui non si sentiva capace?

R: Ero incapace di vivere, in generale. Ero incapace di fare le tante cose che si dovrebbero fare durante l’adolescenza, gli studi, per esempio. Recitare è l’ultima risorsa che si ha a disposizione, quando non vi sono altre cose. Dirlo non è molto lusinghiero per la recitazione, ma non è un giudizio di valore. Recitare è un opzione per l’utilizzo di proprie carenze, errori, fallimenti. Siamo in grado di sfruttare i difetti fisici. La timidezza è un bene. Io mi trovavo troppo piccola, e questo si è rivelato poi un vantaggio.


A cura della Redazione del sito
Clinica della Timidezza

Potrebbero interessarti anche:

Leggi anche:  Depressione, ansia e sintomi fisici

Redazione

Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Fondatori e Curatori:

Dr. Walter La Gatta
Dr. Giuliana Proietti

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram