La timidezza nel matrimonio

Essere timidi può interferire con molti aspetti della vita, ma un recente studio ha dimostrato che la timidezza può avere un impatto negativo anche sul matrimonio. Nello studio si è visto infatti che le persone timide hanno maggiori problemi sui classici temi della fiducia, della gelosia, della gestione del denaro e della casa.

Una domanda chiave in psicologia e nella vita di tutti i giorni è la misura in cui la personalità di un individuo può determina la forma e la qualità delle sue relazioni sociali. In due studi, alcuni ricercatori hanno esplorato l’impatto specifico della timidezza sulla qualità del matrimonio.

In uno degli studi, i ricercatori Levi Baker e James K. McNulty hanno scoperto che la timidezza era legata sia ai problemi coniugali più gravi tra gli sposi sia alla qualità coniugale generale. Le persone timide hanno segnalato più problemi riguardo a questioni che riguardano  la fiducia, la gelosia, i soldi, e la gestione della famiglia.

Nel secondo studio, i ricercatori hanno esplicitamente dimostrato che il malessere coniugale era dovuto ad una precedente timidezza. Gli autori suggeriscono che la timidezza renda più difficile per le persone entrare in relazioni sociali e, poiché le persone timide provano più ansia sociale, sono meno sicure di affrontare gli inevitabili problemi che il matrimonio comporta.

“C’è speranza anche se la timidezza stessa potrebbe essere resistente ai cambiamenti”, scrivono gli autori.
“Alle persone si può insegnare di avere più competenze su come risolvere i problemi coniugali specifici che devono affrontare. Di conseguenza, qualsiasi difficoltà coniugale provocata dalla personalità può essere prevenuta con un addestramento esplicito sulla gestione dei problemi coniugali”.

Per saperne di più su questo studio clicca qui. (in inglese)

Fonte:News4jax

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it

Immagine:Auburnxc

 

Autore:

Redazione
Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.

Leave a Comment