Caro dottore,sono una ragazza di 21 anni di R. che da 2 anni è mezzo ha una relazione fissa con un ragazzo. Prima di conoscere lui ho sofferto per anni di disturbi alimentari ed ho incominciato ad avere una vita sentimentale solo qualche mese prima di conoscere il mio lui attuale.Ai tempi il mio psichiatra mi prescriveva 80 mg di fluoxetina al giorno (ne prendevo da 2 anni) e io ero molto attiva sessualmente con il mio ragazzo, quando mi è stato dimezzato il dosaggio ho cominciato ad evitare i rapporti sessuali e inventare scuse, nonchè a sentirmi sempre molto stanca…Ora non prendo più quel farmaco e la situazione è rimasta da un anno e più la stessa…Non vado più da uno psichiatra perchè dopo anni di farmaci ho capito che non potevo continuare così..Non riesco più a fare l’amore con il mio ragazzo tranquillamente, e lui dice che secondo lui il problema è lui…è convinto di non piacermi più..eppure io sono convinta che non sia questo il problema…Non so cosa fare…non voglio passare tutta la vita prendendo farmaci per stare bene con me stessa e con gli altri…Secondo lei potrebbe essere stata la mancanza del farmaco a farmi reagire così?Cosa posso fare?Grazie mille in anticipo.

Gentilissima,

Probabilmente le cose sarebbero andate allo stesso modo anche se lei non avesse mai assunto quel farmaco. E’ infatti una cosa normale, specialmente per le donne, che vi sia una certa diminuzione della libido dopo i primi anni di intensa passione. Questa cosa non deve spaventare, perché fa parte della vita. Per farle un esempio ‘alimentare’, anche la cioccolata è molto buona, ma se lei la mangia tutti i giorni, a pranzo e a cena, per x tempo, finirà per non gradirla più così tanto o per averne la nausea. Ecco allora che a questo punto interviene l’intelligenza, la creatività: si può continuare a tenere insieme un rapporto con reciproca soddisfazione se lo si cambia continuamente, se periodicamente si rivede il patto di coppia che è alla base della relazione, se si adottano nuove regole, altre abitudini, stimoli diversi. Tutto quello che all’inizio veniva spontaneo, sulla base dell’intensa passione, ora deve essere ‘costruito’, sulla base del sentimento e dell’affetto che si è stabilizzato fra di voi. Mantenere una buona intesa sessuale è fondamentale per la durata e la qualità del rapporto, ma perché ciò accada non c’è bisogno di prendere farmaci. Piuttosto, occorre ‘far accadere le cose’ e non ‘aspettare che le cose accadano’.
Cari saluti.

Dr. Walter La Gatta

CdT

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.