Odia lo sport di squadra – Consulenza online

Odia lo sport di squadra - Consulenza online

Odia lo sport di squadra – Consulenza online


Consulenza online Walter La Gatta

ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO

Ultimo Aggiornamento: Dic 15, 2020 @ 20:14

Gent.mo Dottore, le scrivo per avere un consiglio; Ho una figlia di quasi 15 anni che è molto riservata ma per alcune cose è molto timida, le spiego meglio: è una ragazza che parla poco, ma quando vuole si fa sentire, studia regolarmente e quando è interrogata e deve ripetere è sempre molto brava e anche se ha questo carattere timido riesce molto bene, il problema comincia un po’ quando deve cimentarsi in una lingua straniera o quando deve leggere davanti a tutti o recitare (diventa rossa e suda).

Ma il dramma vero e proprio lo vive nell’ora di educazione fisica, in quell’ora nasce l’incubo della pallavolo, entra in crisi non vorrebbe giocare non sa giocare si intimidisce, non prende la palla e diventa imbranata, si sente osservata da tutti, guardata male e quando torna a casa comincia quasi a piangere lamentandosi di non sapere giocare, di non volere giocare di far perdere la sua squadra e che nessuno la vuole in squadra e che lei non vuole giocare a pallavolo.

Sta diventando un incubo, e quando arriva il giorno che ha come materia l’educazione fisica se potesse non andrebbe a scuola, in realta’ è sempre stato cosi, ma lei, che quest’anno frequenta la quarta ginnasio, fino alle medie è riuscita a convincere l’insegnante a non farla giocare e a farle fare altro, quest’anno che l’insegnante è un uomo si vergogna e dice che il prof. non la capirebbe, vorrei poterla aiutare ma non so come.

E’ una ragazza in gamba, in estate parte da sola con i viaggi organizzati e spesso non conosce nessuno, ma si ambienta subito, ma non appena si trova a dovere affrontare un gioco qualsiasi di squadra (non solo la pallavolo) diventa insicura e crolla, se dovessi dire cosa in questo momento la rende insicura direi proprio gli sport di squadra e i ragazzi dell’altro sesso, anche con loro ha difficolta’ a relazionarsi.
Vorrei un suo aiuto o consiglio e,fra le altre cose mi piacerebbe che lei mi consigliasse qualche libro da poter leggere io e da far leggere a mia figlia che possa esserle ed essermi di aiuto.
Grazie
M.C.

Consulenza online: come si fa

Informati anche sul servizio Parlane con lo Psicologo!

A24/A3

Gentilissima,
Il messaggio da dare a sua figlia è che, per sentirsi più sicuri, occorre migliorare il bagaglio delle proprie competenze: nello sport come nello studio, nelle relazioni sociali e così via. Le persone che riescono benissimo in queste cose, non hanno niente di magico: si sono solo allenate con pazienza, imparando dai propri errori.

Leggi anche:  Prestazione scolastica: il costo dell'ansia

Occorre dunque dire a sua figlia che le paure non vanno fuggite, ma vanno sempre affrontate. Nel caso specifico, un suggerimento potrebbe essere quello di prendere qualche lezione privata di pallavolo, a palestra vuota, per apprendere i fondamentali (si potrebbe organizzare qualche lezione privata con una o due amiche di sua figlia, ovviamente principianti nella pallavolo).

La speranza è che l’allenatore o l’allenatrice contattati per le lezioni private siano persone accoglienti, capaci di conquistare la fiducia di sua figlia e di farla appassionare a questo sport. Un altro suggerimento, se dove vivete ci sono le strutture, è quello di provare con il beach volley: è ancora poco diffuso ed inoltre è uno sport di squadra, ma che in realtà è quasi individuale (2 contro 2). Inoltre, il gioco in sé è molto più semplice della pallavolo classica, ma permette di prendere comunque familiarità con la palla.

Quanto ai libri da leggere come forma di auto-aiuto, ce ne sono moltissimi ed escono continuamente: si tratta di psicologia “popolare” e non di trattati accademici, che però nel breve tempo sono in genere efficaci nel migliorare l’autostima. Basta andare in libreria e cercare il reparto di self help.
In bocca al lupo.

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta

Immagine:
Andrew Choy, Wikimedia

ENTRA A FAR PARTE DELLA NOSTRA COMUNITÀ FACEBOOK!
facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram