Problemi di una ex bruttina – Consulenza online

Problemi di una ex bruttina - Consulenza online

Problemi di una ex bruttina – Consulenza online


Consulenza online Walter La Gatta

TERAPIE ONLINE

Grazie, prima di tutto, per avermi dato la possibilità di contattarvi.
Vi scrivo perchè mi piacerebbe avere una vostra opinione sul mio “caso”, anche se solo sulla base delle poche cose che riuscirò a scrivervi.
Ultimamente ho realizzato una cosa che devo aver provato per molti anni senza averla mai davvero guardata in faccia: mi sento osservata e giudicata dalle persone, estranee.
Non dico sempre, ma in molti casi sì: quando cammino, quando devo, non so, premere il pulsante dell’autobus per scendere e alzarmi da sola..quando entro per ultima in una sala piena di gente; al liceo perfino quando alzavo la mano per andare ai servizi!
Le motivazioni possono essere molteplici, io ne ho individuate due fra tante: la prima è che, quando ero alle scuole medie, io ero la classica “secchiona” bruttina, presa in giro da tutti con gli annessi e connessi del caso; durante l’adolescenza sono “sbocciata” e in più, ora che di anni ne ho 26 anni, mi rendo conto di quanto questo “revival” possa far sorridere.. eppure non è così. In mezzo agli estranei io mi sento ancora come se avessi il tatuaggio di quanto sono stata “sfigata” un tempo..e, forse, di quanto lo sono tuttora. Senza che io possa fare nulla per cambiare le cose, perchè è come una sorta di meccanismo ormai interiorizzato. Ho anche notato che, del tutto inconsciamente, quando cammino insieme a un bel ragazzo o una bella ragazza molte fisime si ridimensionano: forse è perchè mi sento accettata da un tipo di persona che, quando ero piccola, non mi avrebbe degnata di una sguardo?
La seconda motivazione riguarda il mio aspetto fisico: sono oggettivamente bella, questo me lo dicono tutti. Ma a parte quello che dicono gli altri, io, soprattutto, mi piaccio molto. Certo, riconosco i miei difetti, come tutti, ma davvero di me cambierei poco. Qual è il problema?Anche questo farà sorridere, ma mi vedo troppo magra. Premesso che non ho alcun genere di disturbo alimentare, anzi..a me il cibo piace, e pure tanto, ma davvero da quando sono bambina ho sempre avuto una costituzione molto esile, ecco, io sento forti disagi nella mia vita per via del mio aspetto. Di inverno va ancora bene, perchè sono “coperta”..ma d’estate, soprattutto in spiaggia, è davvero una tragedia. Mi sento osservata da occhi che, secondo me, non fanno che chiedersi se io mangi abbastanza, se sia anoressica o cose del genere. Non riesco a rilassarmi. Ovviamente non mi capita quando sono in compagnia di amici, fidanzato, famiglia, perchè mi conoscono e sanno che non ho problemi..ma di fronte agli estranei proprio non reggo. Quando a provo a spiegarlo alle persone che mi conoscono, mi guardano come se fra le righe volessero dire:”ma che di ti lamenti, pensa se avessi il problema opposto”..quindi figuratevi quando mi azzardo a dire che sarei contenta di prendere qualche chilo: vengo praticamente sommersa da una valanga di insulti (credo scherzosi. Spero). Eppure, io questo lo disagio lo avverto..e sento che la percezione del mio aspetto potrebbe essere tanto migliore di così.
Detto questo: sui problemi del passato, è chiaro, non posso più intervenire. Ma nel presente, come posso fare pace con la ragazzina della media che si sentiva brutta?Come posso convincermi non che la gente non mi giudichi (se mi giudica) ma “fregarmente” positivamente, essendo sicura di me?E’ una domanda da cento milioni, lo so..
Vi ringrazio in anticipo per il tempo che mi vorrete dedicare e, in generale, per la disponibilità che dimostrate con il vostro lavoro alle persone “timide” 🙂
Elisa


Chiedi una Consulenza online

CHIEDICI UNA CONSULENZA SCRITTA

Leggi anche:  Chi usa i siti di incontri online?

Ti risponderemo gratuitamente su questo sito!

 

A30/A7

Gentile Elisa,

Poiché oggi si reputa “oggettivamente bella”, ha un fidanzato, non soffre di disturbi alimentari e presumo sia anche in ottima salute,  credo sia del tutto inutile mettersi continuamente alla prova, come invece lei fa, almeno in estate (e chissà quante altre volte).

Infatti se, come dice, a lei dispiace essere al centro dell’attenzione, perché si propone addirittura come argomento di conversazione? Perché parlare della sua presunta magrezza o del suo migliore aspetto, avendo dei chili in più, quando si può benissimo parlare, in mancanza di altri argomenti, del tempo, delle vacanze, del sole, del mare e chissà di quante altre cose?

Non so quanto lei ne sia consapevole, ma è chiaro che lei negli altri continua a cercare delle rassicurazioni, forse perché ancora lei stessa non riesce a credere che quella bella ragazza che vede nello specchio è proprio lei e vuole rassicurarsi sul fatto che anche gli altri la vedano così.

Gli “insulti” che riceve sono forse dei commenti ironici o, più probabilmente, i commenti seccati di persone che, oltre che invidiarla, si trovano poi anche a doverla consolare…

E’ probabile che, con la maternità e con il passare degli anni, lei prenderà qualche chilo, e così potrà godersi anche una nuova stagione della vita, in cui si sentirà più formosa. Speriamo che, in quel momento, non rimpianga la magrezza dei suoi anni giovanili: accettare chi siamo, in tutte le stagioni della vita, è espressione di saggezza e di equilibrio psicologico raggiunto.

Grazie delle gentili parole nei riguardi del nostro lavoro ed i migliori auguri per la sua vita.

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La GattaCosto della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Immagine:
Pixabay

Clinica della Timidezza, online da 20 anni+Ci occupiamo di timidezza da 20+anni
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram