Stress: cosa possono fare i datori di lavoro

stress lavoro

In molti paesi occidentali la salute fisica è per molti versi eccellente, e le persone hanno una lunga aspettativa di vita. Tuttavia, lo stesso non può dirsi per la salute psicologica dei lavoratori. Malattie legate allo stress (come il burn-out), disturbi del sonno, tensione, ansia o la semplice sensazione di non vivere una situazione di benessere sono diventati un problema crescente negli ultimi anni. Questi tipi di disturbi, come i disturbi cardiovascolari o il diabete di tipo 2, riducono la funzione immunitaria e possono portare a lunghi periodi di improduttività sul lavoro [Lundberg U. , 2005; Lundberg U, Dohns IE, Melin B, Sandsjö L, Palmerud G, Kadefors R, Ekström M, Parr D, 1999]. In Svezia, il motivo più comune per le assenze per malattia è lo stress. Nel 2012,  15.000 dipendenti non sono stati in grado di lavorare a causa di disturbi legati allo stress; nel 2014 questo numero è salito a 26.000 dipendenti [Stress vanligaste orsaken till sjukskrivning ].

La ricerca ha dimostrato che gli esseri umani possono lavorare anche molto duramente senza subire effetti negativi, se hanno abbastanza tempo per recuperare. D’altra parte, se le persone perdono o diminuiscono la loro capacità di recuperare, possono diventare più sensibili allo stress da lavoro. Essi possono sviluppare la sindrome da affaticamento cronico o addirittura sviluppare il burn out anche quando non si è in presenza di eventi particolarmente stressanti [Uneståhl L-E, Bundzen P. 1996;Uneståhl-Hellertz, 2001]. 

Per recuperare meglio lo stress causato dal lavoro generalmente si tentano due strade: quella del massaggio fisico e quella del training mentale, ad esempio con tecniche di rilassamento. Il massaggio dolce, cioè la stimolazione dei nervi sensoriali nella pelle, ha dimostrato di indurre effetti anti-stress riducendo ansia e depressione [Uvnäs-Moberg K, Handlin L, Petersson M, 2015, Uvnäs-Moberg K, Petersson M, 2010]. Anche il massaggio fornito da una poltrona massaggiante automatizzata ha dimostrato di produrre un rilassamento muscolare generale. Questo tipo di massaggio artificiale sembra essere particolarmente utile per le persone che non amano essere toccate da altri. [Zullino DF, Krenz S, Frésard E, Cancela E, Khazaal Y, 2005].

Le tecniche di rilassamento mentale possono aiutare le persone a raggiungere uno stato mentale più rilassato, il che sembra essere legato alla riduzione dello stress e della tensione e ad una maggiore potenzialità di recupero della salute. Le tecniche di rilassamento mentale danno luogo ad effetti che sono simili a quelli indotti dal massaggio. Inoltre, le tecniche di rilassamento hanno dimostrato di aumentare la creatività e il problem solving in presenza di situazioni di stress [Uneståhl L-E, Bundzen P, 1996-Uneståhl-Hellertz, 2001].

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la promozione della salute è il processo che consente alle persone di aumentare il controllo sulla loro salute, imparando a migliorarla. La promozione della salute non è dunque solo responsabilità del settore sanitario, ma anche i datori di lavoro hanno la responsabilità di occuparsi del benessere dei loro dipendenti [Workplace health promotion, OMS].

Numerosi datori di lavoro hanno iniziato ad usare questi metodi per aiutare i propri dipendenti a rimanere in buona salute e ad essere meno stressati.

Le poltrone massaggianti vengono utilizzate in più di 7.000 posti di lavoro, sia nel settore pubblico, sia in quello privato e si valuta che da 30.000 a 35.000 persone ne facciano un uso quotidiano [Promas AB]. Tuttavia, gli effetti di questa poltrona non erano ancora stati valutati scientificamente. Data la crescente necessità di interventi di promozione della salute negli ambienti di lavoro [Ruotsalainen J, Serra C, Marine A, Verbeek J, 2008] uno studio (Muller, J., Handlin, L., Harlén, M., Lindmark, U., & Ekström, A., 2015) si è occupato di verificare se una poltrona massaggiante, unita a programmi di rilassamento mentale, può essere utile per migliorare lo stress dei lavoratori.

Conclusioni:

La poltrona massaggiante e le tecniche di riduzione dell’ansia hanno funzionato molto bene, sia in maniera combinata, sia separatamente, dal momento che gli impiegati sottoposti a test per otto settimane hanno dichiarato di sentirsi meno stressati. Naturalmente resta ora da capire se questi effetti possono essere validi anche sul lungo periodo ed anche se si tratta solo di effetti di sollievo psicologico, oppure se gli effetti che possono essere apprezzabili anche sul piano fisico.

Dr. Walter la Gatta

Fonte:
Muller, J., Handlin, L., Harlén, M., Lindmark, U., & Ekström, A. (2015). Mechanical massage and mental training programmes affect employees’ anxiety, stress susceptibility and detachment–a randomised explorative pilot study. BMC Complementary and Alternative Medicine, 15, 302. http://doi.org/10.1186/s12906-015-0753-x

Immagine:
Flickr

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Leave a Comment