Una prof molto ansiosa – Consulenza on Line

consulenza. Sono una docente di matematica in una scuola superiore,ho 55 anni stimata e benvoluta da alunni, colleghi e superiori. Nonostante mi presenti spigliata e sicura di me, vivo interiormente un grosso

prof ansiosa
Sono una docente di matematica in una scuola superiore,ho 55 anni stimata e benvoluta da alunni, colleghi e superiori. Nonostante mi presenti spigliata e sicura di me, vivo interiormente un grosso dramma: paura di parlare in pubblico; es Collegio Docenti. Cerco sempre di evitarlo ma quando sono costretta, evidenzio subito la mia difficoltà. Mi trema la voce, mi inizia a battere il cuore a mille, ho un aumento pressorio,insomma tutti si accorgono del mio malessere.Ho evitato tante occasioni di successo (carriera politica,carriera scolastica) proprio per questo problema.Aiutatemi voglio vincerlo a chi devo rivolgermi?Grazie dell’attenzione

Gentile Professoressa,

Sicuramente anche il primo giorno che è entrata in una classe non si sarà sentita completamente a suo agio nell’avere gli occhi di tutti i suoi studenti addosso. Probabilmente oggi questa cosa, dopo tanti anni di insegnamento, non la preoccupa più, perché nel momento in cui spiega è più concentrata in quello che dice, o sul livello di attenzione della classe, piuttosto che sui suoi vissuti emotivi. Dovrebbe usare la stessa tecnica anche nel Collegio dei Docenti: invece di concentrarsi sulla sua ansia, dovrebbe dirigere la sua attenzione fuori di sé, scoprendo, forse per la prima volta, che quell’ansia che lei descrive sono in molti a provarla: non a tutti trema la voce, ma ha notato quante persone intrecciano le dita, battono i piedi, si alzano e poi tornano al loro posto, si nascondono dietro ad un fazzoletto? Non so se è consolante per lei, ma sappia che il suo problema è molto condiviso e che se ne esce solo dopo una lunga sovraesposizione allo stimolo (come durante le sue ore di lezione). Il consiglio è dunque quello di non evitare queste riunioni, ma anzi, di frequentarle tutte e magari partecipare anche ad altre riunioni, con altri gruppi (es. corsi di inglese, di teatro ecc.). In questo modo, gradualmente, perderà l’abitudine a scrutare continuamente dentro di sé, invece di guardare quello che accade intorno a lei.
Cordialmente,

Leggi anche:  EFT: Una tecnica per combattere l'ansia

Dr. Walter La Gatta
Clinica della Timidezza

Immagine: Modigliani, Donna con i capelli rossi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram