Nella foto: il Prof. Bernardo Carducci

Se pensate che Carducci sia un poeta italiano siete fuori strada: qui si parla di Bernardo Carducci, uno dei pionieri nello studio della timidezza, insieme al Professor Zimbardo e alla sua Shyness Clinic californiana. Il Corriere della Sera si è interessato recentemente di Carducci, a seguito di una intervista al prestigioso Times.

L’articolo del Corriere della Sera fornisce notizie sulla timidezza ormai note da tempo: il 50 per cento degli americani intervistati nel 2000 ha dichiarato di soffrire di timidezza cronica, un dato in aumento rispetto al 40 per cento registrato nel 1970. Un altro 40 per cento dichiara di essere stato timido e di aver superato il problema. Il 15 per cento dice di soffrire di timidezza solo in determinate occasioni. Solo il 5 per cento delle persone sostiene di non aver mai conosciuto la timidezza.

Le cause citate sono sempre le solite: predisposizione genetica e ambiente familiare oltre che cultura e tradizioni del Paese in cui si vive. Nota anche la ricerca sui bambini israeliani, abituati alla vita sociale nei kibbutz, che sono i più fiduciosi e aperti, mentre quelli giapponesi e di Taiwan, cresciuti in una cultura in cui conta il gruppo e non la persona, i più timidi.

Secondo Bernardo Carducci, direttore dello Shyness Research Institute dell’Università dell’Indiana, intervistato dal Times, la timidezza dipende da tre caratteristiche che vanno oltre la normalità: un’eccessiva auto consapevolezza, una valutazione negativa di sé e una forte preoccupazione per se stessi. Tutto questo fa sì che il timido si senta sempre sotto osservazione e non riesca ad agire in modo naturale; sia, paradossalmente, troppo concentrato su di sé per essere socievole.

Anche questo si sapeva già, ma parlarne può sempre far bene a qualcuno: per questo abbiamo scritto questo post.

Fonte: Corriere della Sera

A cura della Redazione del sito
Clinica della Timidezza

Autore:

Redazione
Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.