Sono una ragazza di 27 anni,il mio problema principale è il pensare di essere osservata continuamente…. Il che modifica i miei comportamenti… Ad esempio mi trovo in pubblico e non riesco a formulare le domande che vorrei fare… O meglio non riesco a far uscire la voce dalla mia bocca perchè mi trovo circondata da silenzio e mi infastidisce che altri possano ascoltare le mie domande o la mia voce.un altro esempio è la trasformazione della camminata,cioè se devo entrare in un luogo pubblico non entro mai per prima,sento tutti gli occhi puntati addosso e mi sento a disagio e la mia camminata sicura sparisce per lasciare il posto alla camminata di una persona palesemente a disagio.odio poi quando mi fanno notare che il mio viso arrossisce(come se non me ne accorgessi….)perchè farlo notare?perchè sottolineare l’imbarazzo ?

In effetti è un comportamento molto maleducato, quello di far notare ad una persona che è arrossita…  Evidentemente chi lo fa notare è lieto di aver finalmente trovato un punto di debolezza nella persona che sta osservando, verso la quale fino a qualche attimo prima provava invidia e/o senso di inferiorità. Da qui la motivazione a rimarcare lo stato di ansia o di imbarazzo dell’altro, quasi come a dire “io sono superiore a te, perché non sono arrossito/a…”. In realtà è esattamente il contrario: chi si sente davvero superiore, spesso non osserva gli altri in modo così approfondito, semplicemente perché non ne ha bisogno. La prossima volta che qualcuno le farà notare questa cosa, saprà dunque cosa pensare di chi glielo dice… Quanto al sentirsi osservata, ovviamente è una sua impressione. Provi ad esercitarsi nel guardare gli altri in modo più attento, invece che concentrarsi sugli sguardi che le vengono rivolti: le sarà infinitamente più utile! (… Poi però eviti di far notare a chi sta osservando che è arrossito/a!)

Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it

Immagine: LovelyPetal

 

Autore:

Redazione
Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Responsabile, Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta di Ancona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.