Eccessiva timidezza del figlio – Consulenza online

Consulenza online Walter La Gatta

Ultimo Aggiornamento: Mag 16, 2020 @ 22:31

Salve, sono papà di un bambino di 8 anni e noto un eccessiva timidezza di mio figlio e vorrei capire se sia una mia eccessiva preoccupazione e un cosiglio su come aiutarlo visto che non ci riesco a tal proposito vi faccio alcuni esempi che vi possano far capire la situazione : da quest’anno lo abbiamo iscritto a calcio ed è anche bravino ma sempre frenato negli spogliatoi tutti scherzano gridano parlano e lui si limita a guardarli, se la sua squadra fa gol lui sembra non traspirare emozioni gli altri si abbracciano e lui da un’altra parte appena accenna 1 sorriso, ogni fine allenamento perde qualcosa ed hai miei rimproveri di svegliarsi lui piange addirittura durante la partita quando a conquistato la palla ed arriva un suo compagno lui si toglie x lasciarla quasi non voler dar fastidio.

Poi quando incontra delle persone prima non salutava proprio ora dopo la mia mia insistenza appena si sente un debole ciao…Nella scuola è piuttosto bravo ma la maestra mi dice che nel momento della merenda mentre tutti si alzano lui rimane nel suo banco mangia da solo.Io cerco di spronarlo ma forse non è il modo migliore visto che le mie parole cadono nel vuoto e spesso si mette a piangere.

Gli dico di tirar fuori un pò di grinta quando gioca di chiamare i compagni farsi dare il pallone , ma gli aggiungo anche che a me non interessa se vinca o perda e di quanto sia bravo ma che si diverta e si lasci andare , e ieri mi ha fatto molta tenerezza rispondendomi : Papà tu non sai io ci provo sempre !! e allora ho capito che devo chiedere un consiglio un aiuto ad un esperto su come aiutarlo cosa consigliarli e se da solo potrà sbloccarsi !!

A10

Chiedi consulenza online

Informati anche sulla Consulenza Telefonica Gratuita del Giovedì

Gentilissimo,
Suo figlio le ha detto una cosa molto semplice, ma rivelatrice: non è che lui non voglia essere come gli suggerisce il papà, lui semplicemente non ci riesce! E allora, inutile insistere con richieste pressanti ed ulteriormente avvilenti per lui: molto meglio darsi da fare per aiutarlo a vincere le sue difficoltà sociali.

Anzitutto, per farlo sentire parte del gruppo, è necessario che suo figlio venga accolto, considerato, accettato. Nessun bambino passerebbe la palla ad un compagno di gioco poco conosciuto e poco accettato dal gruppo: se lo facesse, verrebbe a sua volta sanzionato dal gruppo e isolato.

Ecco allora che quello che andrebbe anzitutto costruito  un rapporto di conoscenza e di fiducia tra i compagni di squadra, che vada al di là delle interazioni di gioco. Sarebbe importante frequentare le famiglie di questi compagni, nelle occasioni sportive, ma anche in occasioni sociali create ad hoc, in modo che i bambini e le rispettive famiglie possano conoscersi meglio.

Quanto ai ragazzi, essi dovrebbero essere incoraggiati a praticare insieme anche giochi diversi da quelli abituali, come ad esempio fare qualche partita alla playstation, o  qualche altro gioco più tradizionale (carte, monopoli, risiko, giochi fisici, ecc.)

Infine, provi a sperimentare con suo figlio un metodo educativo completamente diverso da quello fin qui utilizzato: niente rimproveri se si comporta male, grandi premi se si comporta bene e raggiunge gli obiettivi prefissati. I premi non dovrebbero possibilmente consistere (o almeno non sempre) in regali costosi, ma nella realizzazione dei desideri di suo figlio, in manifestazioni di affetto, nella disponibilità a trascorrere maggiore tempo con lui, per parlare e fare ciò che a lui piace fare insieme ai genitori.
Molti auguri.

Dr. Walter La Gatta

 

FISS | CISDr. Walter La Gatta
ANCONA FABRIANO TERNI CIVITANOVA MARCHE
Tel. 348 3314908
w.lagatta@psicolinea.it

Marche

Walter La Gatta
psicologo psicoterapeuta sessuologo
su Facebook

Visita il nostro canale YouTube
Visita il nostro Canale YouTube!

Immagine:
Free Digital Photos

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.