ADHD e Disturbi del Sonno

ADHD e Disturbi del Sonno

Festival della Coppia - La terapia di coppia dopo un tradimento

Festival della Coppia

 

Molti sintomi dell’ADHD sono simili ai sintomi della privazione del sonno, come dimenticanze e difficoltà di concentrazione durante il giorno. Nei bambini, la stanchezza può manifestarsi attraverso comportamenti iperattivi e impulsivi. Può essere difficile dire se questi problemi siano causati dall’ADHD o dalla mancanza di sonno: ciò può portare a diagnosi errate o consentire che i disturbi del sonno non vengano rilevati.  Vediamo dunque di saperne di più.

Cosa è l’ADHD?

Il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) è un disturbo che comprende sintomi di disattenzione, iperattività e impulsività. Questi sintomi interferiscono con il funzionamento a scuola, al lavoro e nelle situazioni sociali.

L’ADHD è una condizione cronica?

Si, persiste fino all’età adulta per la maggior parte delle persone, anche se una gestione consapevole dei sintomi può migliorare notevolmente la qualità della vita delle persone con ADHD.

Quando inizia l’ADHD?

L’ADHD inizia durante l’infanzia ed è presente in circa il 5% dei bambini, ma più comunemente viene diagnosticato nei ragazzi.

Intervista sull'ipnosi

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Dr. Walter La Gatta

Quante persone con ADHD sperimentano problemi di insonnia?

Si stima che dal 25% al ​​50% delle persone con ADHD sperimenti problemi relativi al sonno. I medici stanno iniziando a riconoscere l’importanza del trattamento dei problemi del sonno e l’impatto positivo che un sonno sano ha sulla qualità della vita dei pazienti affetti da ADHD e delle loro famiglie.

Qual è il legame tra ADHD e sonno?

Le persone con ADHD hanno maggiori probabilità di sperimentare tempi di sonno più brevi, problemi ad addormentamento e disturbi del sonno. I problemi del sonno nell’ADHD tendono ad aumentare con l’età.

Già i bambini con ADHD hanno disturbi del sonno?

Si. Le ricerche mostrano che i bambini con ADHD dormono un tempo significativamente più breve dei soggetti senza ADHD. La durata del loro sonno è stata calcolata, in media, in 8 ore e 19 minuti, ovvero 33 minuti in meno della media di sonno di 8 ore e 52 minuti ottenuta nel gruppo di controllo. I bambini con ADHD avevano anche un movimento oculare (REM) durante il sonno più breve di quello del gruppo di controllo (16 minuti).

I disturbi del sonno interessano più i soggetti iperattivi o coloro che hanno il deficit di attenzione?

I problemi del sonno nell’ADHD sembrano differire a seconda del tipo di ADHD: gli individui con sintomi prevalentemente di disattenzione hanno maggiori probabilità di andare a dormire più tardi, mentre le persone con sintomi prevalentemente iperattivi-impulsivi hanno maggiori probabilità di soffrire di insonnia. Coloro che soffrono di ADHD combinato iperattivo-impulsivo e disattenzione sperimentano sia una scarsa qualità del sonno che la tendenza ad andare a dormire tardi.

Saluto del Centro Italiano di Sessuologia

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Quali sono gli aspetti biologici dietro la relazione ADHD-sonno?

I problemi del sonno legati all’ADHD possono essere un effetto collaterale di circuiti cerebrali alterati di eccitazione, vigilanza e regolazione. Alcuni ricercatori ritengono che i problemi del sonno legati all’ADHD possano essere ricondotti a un ritmo circadiano ritardato con un inizio più tardivo della produzione di melatonina. Nonostante le somiglianze tra alcuni disturbi del sonno e i sintomi dell’ADHD, la ricerca non è riuscita a trovare anomalie del sonno coerenti nelle persone con ADHD.

Quale è l’effetto dei farmaci per ADHD sui disturbi del sonno di questi soggetti?

Alcuni individui trovano più facile dormire con gli effetti calmanti dei farmaci comunemente prescritti per l’ADHD. Tuttavia, per molte persone, questi farmaci possono avere l’effetto opposto. È probabile che disturbi coesistenti come ansia, depressione o abuso di sostanze, nonché una scarsa igiene del sonno, svolgano un ruolo nei disturbi del sonno.

In che modo i problemi del sonno legati all’ADHD influenzano la vita quotidiana?

Leggi anche:  Una buona vita sociale allunga la vita

Sebbene ci siano poche ricerche sull’argomento, i bambini e gli adulti con ADHD e disturbi del sonno spesso riferiscono sintomi di ADHD più gravi e una qualità della vita inferiore. Potrebbero anche avere maggiori probabilità di soffrire di depressione, ansia, iperattività, disattenzione, difficoltà nell’elaborazione delle informazioni e un BMI più elevato. A lungo termine, la privazione cronica del sonno può rendere le persone più vulnerabili a problemi di salute fisica.

Cosa comporta la sonnolenza diurna in questi soggetti?

La sonnolenza diurna può avere gravi effetti sulla scuola e sul lavoro. Le persone possono giudicare una persona con ADHD perché dorme in orari inappropriati, senza rendersi conto che fa parte della sua sintomatologia ed è molto difficile da prevenire. Attacchi improvvisi di sonnolenza possono essere pericolosi anche mentre si guida o si svolgono altre attività che richiedono concentrazione e attenzione.

E’ possibile che la privazione di sonno venga scambiata con disturbi dell’umore?

Si. Le persone con deprivazione del sonno correlata all’ADHD potrebbero sentirsi scontrose, irritabili, irrequiete o stanche: a volte questi sintomi possono essere scambiati per un disturbo dell’umore. A loro volta, l’ansia e le difficoltà comportamentali sono state collegate a una maggiore incidenza di problemi del sonno nei soggetti con ADHD.

Può esserci una diagnosi errata, dove si scambiano i disturbi del sonno per ADHD?

Si. In particolare nei bambini, che possono avere difficoltà a trasmettere ciò che provano, portando a una diagnosi errata di ADHD quando in realtà i loro problemi derivano da un disturbo del sonno. E’ sicuramente semplicistico affermare che dietro un ADHD vi sia una banale diminuzione delle ore di sonno, ma sicuramente questa situazione peggiora i sintomi. Risolvere dunque i problemi relativi alla durata del sonno può essere un modo per alleviare i sintomi. Inoltre, gli esperti generalmente raccomandano di sottoporre i pazienti a screening per problemi di sonno, prima di prescrivere farmaci per l’ADHD.

Terapie online. Dr. Walter La Gatta
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Quali suggerimenti si possono dare a chi soffre di questi disturbi?

Per i bambini, gli adolescenti e gli adulti con ADHD, si consiglia di:

  • Eliminare zucchero, caffeina e alcol assunti poche ore prima di andare a dormire
  • Evitare di trascorrere del tempo davanti allo schermo prima di andare a letto
  • Evitare di svolgere attività stimolanti e progetti che richiedono iperconcentrazione la sera
  • Rendere il letto una zona senza stress, riservata solo al sonno e al sesso
  • Fare abbastanza esercizio fisico e prendere il sole durante il giorno
  • Sviluppare una “routine della buonanotte” come leggere un libro rilassante, passare del tempo con gli animali domestici o fare un bagno caldo
  • Mantenere la camera da letto buia, fresca e silenziosa, utilizzando se necessario un dispositivo per il rumore bianco per bloccare i rumori intrusivi
  • Andare a letto e svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, scegliendo un orario realistico per poter dormire le ore consigliate per la propria fascia d’età

Fonti:

Sleep Disturbances in Prepubertal Children with Attention Deficit Hyperactivity Disorder: A Home Polysomnography Study. Sleep, March 1, 2009 via EurekAlert

ADHD and Sleep, SleepFoundation

Dr. Walter La Gatta

 

Ipnosi. Dr. Walter La Gatta
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Immagine:

Sigsegv, Flickr

STUDIO DI PSICOLOGIA - PSICOTERAPIA - SESSUOLOGIA

Clinica della Timidezza

Costo della Terapia online:
70 euro, individuale e di coppia

via Skype o Whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram