Felicità e paradosso di Easterlin
Relazioni

Felicità e paradosso di Easterlin

Felicità e paradosso di Easterlin

Terapie online Dr. Walter La GattaDr. Walter La Gatta - Tel. 348 3314908
Psicoterapeuta Sessuologo
ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Ultimo Aggiornamento: Feb 16, 2021 @ 23:03

La felicità della persona media si basa su una combinazione fatta di ricchezza individuale, possedimenti e ottimismo, sia nei Paesi ricchi che in quelli poveri, secondo una nuova ricerca pubblicata dalla American Psychological Association.

Il Prodotto Interno Lordo di un Paese non ha un grande impatto sulla felicità della persona media, secondo la ricerca, che si basa su risposte fornite da 806.526 persone in 135 paesi dal 2005 al 2011. L’esperto di felicità e psicologo Edward Diener, dell’Università dell’Illinois che ha condotto lo studio pubblicato nel Journal of Personality and Social Psychology dell’APA ha dichiarato:

“Abbiamo scoperto che un reddito crescente fa aumentare la felicità, ma dipende anche dall’ottimismo delle persone, dal loro non avere desideri elevatissimi e dalla effettiva possibilità di permettersi qualcosa in più. Quindi il reddito è utile, ma solo in determinate circostanze”.

Altri risultati importanti dello studio sono stati:

– L’incremento del reddito familiare è associato ad una migliore vita con valutazioni e sentimenti più positivi;
– Il PIL pro capite è meno legato ai sentimenti di benessere personale degli intervistati rispetto all’aumento del reddito personale;
– L’aumento percepito della ricchezza è principalmente legato ai miglioramenti nel benessere, se le persone possono permettersi di acquistare più cose materiali, come ad esempio una televisione o l’accesso a Internet, oltre ad essere più ottimiste e soddisfatte con le loro finanze.

A27/A5

I ricercatori hanno attinto ai dati del Gallup World Poll, in cui le indagini erano state condotte per via telefonica o a domicilio. Agli intervistati veniva chiesto di valutare il proprio tenore di vita con un voto che andava da 0  (peggiore vita possibile) a 10 (migliore vita possibile) e risposto alle domande circa le emozioni positive o negative relative alle esperienze del giorno precedente. I ricercatori hanno esaminato il prodotto interno lordo pro capite in ogni Paese del fondo monetario internazionale e il reddito delle famiglie di ciascun partecipante.

Per la ricerca è stato chiesto ai partecipanti se avessero abbastanza soldi per il cibo, per la casa, per un televisore e se la loro famiglia aveva una connessione a Internet. E’ stato anche chiesto loro il livello di ottimismo per il futuro e la loro soddisfazione con lo standard di vita attuale.

Questa nuova ricerca contribuisce a portare chiarimenti sul così detto “paradosso di Easterlin,” un concetto introdotto nel 1974 il quale afferma che la crescita economica delle nazioni non comporta maggiore felicità. Secondo il “paradosso di Easterlin’ infatti, gli individui ricchi sono più felici di quelli poveri, ma l’aumento dei redditi non sembra essere associato con un aumento di felicità.

“La nostra ricerca contraddice questo concetto avendo scoperto che la crescita del  reddito può avere effetto solo se le aspirazioni o i desideri delle persone non aumentano altrettanto rapidamente. Se una persona ha un aumento di reddito, può essere più felice.  Ma se è costantemente delusa perché si aspettava di fare ancora più soldi, l’aumento di reddito non migliora la sua felicità”.

Fonte:

“Rising Income and the Subjective Well-Being of Nations,” Ed Diener, PhD, University of Illinois and The Gallup Organization; Louis Tay, PhD, Purdue University; and Shige Oishi, PhD, University of Virginia; Journal of Personality and Social Psychology, online Oct. 29, 2012. American Psychological Association, via Worldwide Happiness Linked To Rising Incomes That Coincide With Higher Optimism, Medical News Today

Il suggerimento che possiamo trarre da questa ricerca sulla felicità è sempre il medesimo: per essere felici occorre sapersi contentare di ciò che si ha e se, per qualche ragione, le cose intorno a noi dovessero migliorare, l’importante è non cambiare immediatamente il proprio modo di pensare, considerandosi già stabili nella nuova condizione e volendo quindi, sin da subito, ottenere di più. Se questo è l’atteggiamento prevalente, né vincere alla lotteria, né ottenere, con grande fortuna, ciò che appariva impossibile, potrebbe mai rendere veramente felici.

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta

 

TERAPIE ONLINE

Terapie online
Prenota un appuntamento su Skype con i Terapeuti della

clinica della timidezza

COME SI FA:

1. Scaricare il programma Skype da Internet
2. Prendere contatto con un terapeuta (telefono, mail, whatsapp)
3. Firmare la dichiarazione per la Privacy e rispedirla Via mail
4. Effettuare bonifico di 60 euro su Iban che verrà fornito via mail o whatsapp
5. Fissare appuntamento con il terapeuta via mail. telefono o whatsapp
6. Emissione della ricevuta sanitaria (scaricabile)

Visita il nostro canale YouTube
clinica della timidezza


Partecipazioni TV
dei Terapeuti della Clinica della Timidezza

Immagine:
Pexels

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it

Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.