Uno su quattro degli adulti coreani soffrirebbe di ansia, secondo uno studio recente, condotto dalla Korean Anxiety Medical Association, nello scorso mese di marzo.

Sono stati intervistati 1,000 adulti, uomini e donne, di età compresa fra i 20 ed i 69 anni, residenti a Seoul ed in altre cinque città coreane. Il 6% delle persone che hanno risposto al questionario hanno mostrato di avere problemi così seri da richiedere un trattamento medico e psicoterapico. (Meno del 20% di questi soggetti stava effettivamente curando il proprio disturbo) . La ricerca ha indicato che un lieve disturbo tende poi a diventare cronico, se non viene curato.

Il problema, secondo gli scienziati che hanno condotto la ricerca, è che le persone tendono dapprima a negare di avere un problema e trascorre diverso tempo prima che essi ne acquisiscano consapevolezza.

Gli esperti hanno anche osservato che questi disturbi d’ansia non sono del tutto estranei allo stile di vita condotto nelle società moderne, anche a causa degli alti tassi di disoccupazione. In ogni caso, sono pochi quelli che accettano di essere curati: i più pensano di potercela fare da soli a superare i propri problemi. In Corea, sembra che i disturbi psicologici non meritino una terapia, concludono i ricercatori.

Fonte: The Korea Times

Dr. Giuliana Proietti

Autore:

Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.