Infanzia e adolescenza: le relazioni fra i sessi

Infanzia e adolescenza: le relazioni fra i sessi

Infanzia e adolescenza: le relazioni fra i sessi

Terapie Online Dr. Giuliana ProiettiCosto della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Quando iniziano i bambini a fare amicizia?

I bambini iniziano a fare amicizia quando cominciano ad andare a scuola. I compagni di scuola, man mano, diventano i nuovi amici con i quali giocano e trascorrono il tempo libero. Si vengono così a perdere le vecchie abitudini casalinghe, in compagnia dei nonni, dei fratelli o dei genitori.

L’importanza degli amici aumenta ulteriormente durante l’adolescenza, man mano che il tempo trascorso con gli amici viene sempre meno controllato da genitori e insegnanti.

A25

Che tipo di attività svolgono i bambini con gli amici?

Ciò che i bambini fanno con i loro amici cambia chiaramente anche con il loro livello di sviluppo psicofisico. Durante i primi anni, i bambini trascorrono la maggior parte del loro tempo a fare giochi di fantasia.

Quando sono un po’ più grandi cominciano a concentrarsi sui giochi di regole e a dedicare del tempo alle preferenze personali, con molto tempo trascorso in conversazioni animate e giochi strutturati.

È durante questo periodo che la “segregazione di genere” raggiunge il suo apice, nel senso che i bambini e le bambine preferiscono giocare con amici dello stesso sesso.

Quale è la maggiore differenza fra l’amicizia dell’infanzia e quella dell’adolescenza?

La maggiore differenza è nello scopo dell’amicizia: durante l’infanzia si fa amicizia con scopi di divertimento e intrattenimento, mentre le amicizie successive forniscono ai ragazzi i mezzi con i quali esplorare la propria identità e migliorare la comprensione di sé.

 

Dr. Giuliana Proietti

Seguimi su Facebook

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Ci sono differenze di genere nel gioco dei bambini?

Si, le bambine tendono a formare gruppi più piccoli e più intimi rispetto a quelli dei coetanei maschi. I maschi inoltre preferiscono giochi d’azione, mentre le bambine giochi di fantasia.

Quanto sono importanti le amicizie infantili per lo sviluppo successivo?

Molte ricerche mostrano l’importanza dell’amicizia nei primi periodi della vita: avere un amico stabile migliora lo sviluppo psicologico e il rendimento scolastico, oltre che le abilità sociali.

Chi ha avuto dei buoni amici durante l’infanzia in genere continua ad averne anche in età adulta. Questo significa che aver avuto delle amicizie deludenti in età infantile potrebbe procurare difficoltà nei rapporti sociali, difficili da cambiare in età adulta.

Giuliana Proietti Terapia di CoppiaDr. Giuliana Proietti
TERAPIA DI COPPIA
A un click da casa tua!
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Quali caratteristiche personali portano a stringere maggiori amicizie durante l’infanzia?

Una caratteristica molto studiata è la teoria della comprensione mentale dei bambini, cioè la la capacità di attribuire degli stati mentali (come pensieri, sentimenti e desideri) agli altri e di usare questa comprensione per prevedere e spiegare il comportamento.

Man mano che i bambini crescono, comprendere i punti di vista degli altri diventa sempre più importante per la negoziazione dei conflitti, lo sviluppo dell’intimità e delle preferenze condivise, oltre che per avere interazioni con un numero sempre maggiore di pari.

I bambini si sentono a proprio agio nell’interagire con altri bambini di diversa etnia?

Nei nostri sistemi scolastici, comunità e luoghi di lavoro, sempre più diversificati, i bambini mostrano di sentirsi a proprio agio nell’interagire con persone di diversa origine etnica e religiosa. Avere un amico “diverso” aiuta inoltre il bambino a ridurre i pregiudizi e a migliorare le capacità sociali.

Leggi anche:  I giovani non sanno più scrivere in corsivo: perché?

Quando si cominciano a frequentare anche amici dell’altro sesso?

In genere questo accade nella prima adolescenza. I cambiamenti nello sviluppo fisico e cognitivo di ogni adolescente comportano, infatti, grandi cambiamenti nel modo di relazionarsi con la famiglia e gli amici.

Le relazioni familiari vengono spesso riorganizzate durante la pubertà: gli adolescenti desiderano avere più indipendenza e maggiore distanza emotiva con i genitori. Questo porta l’adolescente a spostare le sue attenzioni sulle varie interazioni sociali e, in particolare, sulle amicizie.

Clinica della Timidezza - Terapie online

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Ci occupiamo di timidezza da 20+anni

Quali sono le amicizie tipiche degli adolescenti?

Le relazioni sociali dell’adolescente includono amici dello stesso sesso, ma anche molte amicizie di sesso diverso, visto che la raggiunta maturità sessuale innesca l’interesse anche per le relazioni sessuali.

Come si trasforma l’amicizia degli adolescenti in relazione d’amore?

Le aspettative e i comportamenti sociali e culturali nelle relazioni uomo-donna sono appresi in primis dall’osservazione degli adulti, e poi dalla pratica.

Quali sono i principali compiti di sviluppo nell’adolescenza?

Durante l’adolescenza, i compiti di sviluppo comprendono in particolare la scoperta delle relazioni d’amore, potenziali o reali, ma anche  l’imparare a gestire gli impulsi sessuali.

Sono prima i maschi o le femmine ad includere soggetti di sesso diverso nel gruppo dei pari?

I risultati delle ricerche condotte su questo argomento mostrano che sono più spesso le ragazze ad avviare la transizione verso una rete di amicizie miste, prima dei maschi, e lo fanno soprattutto ad un ritmo molto più veloce dei maschi.

 

Training Autogeno - Clinica della Timidezza

Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949
Dr. Walter La Gatta Tel. 348 3314908

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

 

Come sono le relazioni maschio-femmina in adolescenza?

In una ricerca i maschi hanno dichiarato di aver ricevuto maggiori livelli di supporto emotivo dalle amiche femmine.

Non è così per le ragazze: infatti, a causa della più precoce maturazione puberale,  le ragazze fanno presto amicizia con soggetti dell’altro sesso, che sono però spesso ragazzi più grandi di loro e talvolta estranei al contesto scolastico che frequentano.

In seguito, in quella che viene definita “adolescenza di mezzo”,  le relazioni fra ragazzi e ragazze diventano più normali e le ragazze hanno in questo periodo maggiori probabilità di stabilire relazioni sentimentali con i loro coetanei maschi.

Dr. Giuliana Proietti

 

Dr. Giuliana Proietti

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Immagine:

Freepik

Clinica della Timidezza, online da 20 anni+Ci occupiamo di timidezza da 20+anni
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram