L’ansia da separazione nei bambini

ansia da separazione

L’ansia da separazione rappresenta un normale stadio di sviluppo per i bambini, che viene in genere superata intorno ai tre anni. In alcuni bambini, questo stato ansioso al momento della separazione è segno di una condizione psicologica più grave,  nota come disturbo d’ansia da separazione. La situazione è considerata più grave se l’ansia da separazione appare intensa o prolungata,  se interferisce con la scuola, o con altre attività quotidiane, se include attacchi di panico o altri problemi. Il disturbo d’ansia da separazione può verificarsi anche negli adolescenti e negli adulti,…

Continua

Violenza verbale (o abuso verbale)

abuso verbale

Che cosa è la violenza verbale? La violenza verbale, il più delle volte definita anche “abuso verbale”, è una forma di violenza che comprende uno spettro relativamente ampio di comportamenti, tra cui accusare, minacciare verbalmente, comandare, banalizzare, dimenticare, silenziare, incolpare, criticare un’altra persona. Quale è lo scopo della violenza verbale? Lo scopo principale è quello di distruggere il sentimento di autostima delle persone con cui si interagisce. La violenza verbale può presentarsi anche in presenza di altre forme di violenza? Si, incluse la violenza fisica e la violenza psicologica. Per…

Continua

Alessitimia: cosa è e chi ne soffre

alessitimia

Cosa significa alessitimia? Alessitimia significa letteralmente “nessuna parola per i sentimenti” ( dal greco a- «mancanza», lexis «parola»  thymos «emozione» dunque: «mancanza di parole per esprimere le emozioni). Da quando si parla di alessitimia? Questa condizione è stata individuata e descritta per la prima volta negli anni ’50 in pazienti affetti da patologie classicamente definite come psicosomatiche (ulcera gastroduodenale, eczema, asma, ecc…). Inizialmente ci si riferì a questa patologia con la locuzione «analfabetismo emotivo» (1954). Il termine fu divulgato al grande pubblico nel 1976, in occasione della XI Conferenza Europea sulle Ricerche Psicosomatiche. Si tratta…

Continua

Iperidrosi e Botulino

sudore

Cosa significa “iperidrosi”? L’iperidrosi consiste nella sudorazione eccessiva. Perché si suda? Il corpo normalmente suda per mantenere costante la propria temperatura. Il sudore tuttavia può essere anche l’effetto dell’attivazione del sistema parasimpatico, quando ci si sente minacciati. Può essere anche un sintomo di ansia sociale, come reazione alla tensione emotiva che si prova quando non ci si sente a proprio agio fra le altre persone. Quanto si suda, in genere? La sudorazione di un adulto può variare da mezzo litro a più di 10 litri al giorno: dipende dalle condizioni…

Continua

Bambini: relazione fra ansia sociale e problemi dermatologici

problemi dermatologici

I problemi dermatologici sono tra i più frequenti motivi per cui i bambini vengono fatti esaminare dai medici di famiglia. In genere si tratta di episodi passeggeri, ma a volte queste malattie possono diventare croniche e influire sulla salute, sia fisica, sia psicologica.   I dati epidemiologici mostrano che esiste una relazione complessa e bidirezionale tra le malattie dermatologiche e il benessere psicologico delle persone che ne soffrono. Infatti, i sintomi dermatologici influenzano i sintomi psicopatologici e viceversa. In campo pediatrico, le complesse relazioni tra salute fisica e psicologica sottolineano la…

Continua

La creatività è timida

creatività

Molti attori, scrittori o artisti di vario genere sono spesso delle persone solitarie. J.K. Rowling, ad esempio,  ha raccontato di aver avuto per la prima volta l’idea di scrivere Harry Potter nel 1990, quando viaggiava da sola su un treno: “Avevo scritto quasi continuamente dall’età di sei anni, ma non ero mai stata così entusiasta di un’idea prima. “Con mia immensa frustrazione, non avevo una penna che funzionasse ed ero troppo timida per chiedere agli altri se me ne potevano dare una in prestito… ” Quindi, cosa fece la Rowling?…

Continua