Consigli per spose timide

spose timide

Incredibile articolo pubblicato dal Jamaica Gleaner, datato 9 Luglio 2006 (e non 1906!) in cui una psicologa fornisce consigli per la prima notte di nozze ed in particolare per superare la timidezza delle spose.

Lo abbiamo tradotto per voi, perché ci sembra molto interessante. Esso permette infatti di capire come la timidezza non sia solo un fattore biologico, ma anche culturale e sociale: le persone non fanno che conformarsi a quanto la società si attende da loro. Ecco perché una donna timida in Giamaica è evidentemente normale; ecco perché nella nostra società il timido è un ‘deviante’.

“Non è che gli uomini non sperimentino la timidezza, ma è più una faccenda da donne” dice Fayer Baker, una psicologa. Sia la sposa che lo sposo possono avere delle aspettative sbagliate e così chiedere una consulenza psicologica è la prima strategia suggerita. Dice la Baker: “Un ottimo consiglio per le coppie è quello di cercare una consulenza sul tema dell’intimità sessuale, specialmente in quelle unioni in cui uno dei due ,o entrambi i partners hanno poca esperienza”

“Questo è particolarmente vero per quanto riguarda le donne che devono mettere in atto una transizione da un luogo dove il sesso è strettamente proibito ad un altro dove non è solo permesso, ma è obbligato e alcune donne possono avere difficoltà ad accettare il sesso come una cosa positiva”.

“Inoltre, la consulenza professionale può essere utile per ridurre la paura che hanno le donne di una ferita fisica o emozionale che potrebbe essere loro inflitta da compagni poco sensibili alle loro esigenze. L’aiuto potrebbe riguardare la timidezza, i confini della sessualità, cosa fare e cosa potrebbe essere reso più sicuro dal consiglio di medici selezionati, consulenti pre-matrimoniali o anche libri ben scritti sull’argomento.

Suggerimenti della Baker

Avvicinatevi alla vostra prima esperienza sessuale con attitudine positiva. Non date spazio a pensieri che riguardino il possibile fallimento di questa esperienza o che il vostro partner potrebbe arrabbiarsi, perché questo potrebbe causare ansia, frigidità e stress. Attraverso la tecnica della visualizzazione, dovreste immaginare che voi ed il vostro partner avrete la più soddisfacente esperienza sessuale, perché questo può renderla veramente una notte da ricordare. La pronuncia di parole sincere, incoraggianti e tenere dell’uno e dell’altro, potrebbe creare una giusta atmosfera per una bella serata romantica.

Scegliere il tempo giusto

Mentre molte coppie possono avere la loro prima esperienza sessuale appena iniziata la luna di miele, nell’entrare nella propria camera d’albergo, altri possono sentirsi troppo stanchi ed affaticati per procedere. Difatti, una ricerca ha dimostrato che le coppie che hanno rapporti sessuali nella loro prima notte di nozze lo fanno perché sentono che devono farlo, questo è quello che ci si aspetta da loro, e molte esperienze sono deludenti, semplicemente perchéi due partners sono fisicamente stanchi. Nella stessa ricerca, alcune coppie hanno detto che se potessero tornare indietro, aspetterebbero il giorno seguente. Non c’è alcun bisogno di affrettarsi; è meglio che la cosa avvenga quando i due partner possono comunicare in modo chiaro e sincero; il rispetto delle sensazioni dell’altro è vitale per permettere alle coppie di scegliere il momento giusto.
Assicuratevi una completa privacy. Deve esserci sempre una completa privacy durante qualsiasi esperienza sessuale. E’ importante avere le porte chiuse a chiave, perché questo permette di rassicurarsi totalmente sul fatto che non vi saranno interruzioni. La privacy è necessaria specialmente per la moglie, perché è difficile per lei concentrarsi sul suo eccitamento sessuale nella situazione in cui la privacy fosse limitata.

Cominciare in modo semplice e poi costruire

Molti primi rapporti sessuali possono essere la causa di un po’ d’ansia e di stress, così è importante che le coppie comincino a fare l’operazione in modo lento, lasciando che si creino sicurezza di sé e eccitazione fino ad arrivare al punto che permette alle coppie di godersi l’esperienza.

Vale anche la pena tenere a mente che le donne hanno bisogno di tempo per compiere la transizione da una situazione in cui il sesso è strettamente proibito ad una in cui è permesso e sperimentato. In questo contesto le donne sono avvisate: la timidezza è normale. In ogni caso, essa può essere ridotta o superata dai consigli elencati sopra. Non aspettatevi la perfezione la prima notte di nozze. Secondo la Baker, “Le coppie dovrebbero sapere che il completo successo la prima notte di nozze è quasi impossibile, ma di questo non ci si deve preoccupare”.

“Ci vuole tempo per far si che le informazioni ricevute nella consulenza pre-matrimoniale possano essere messe in pratica. Nel matrimonio, le coppie sperimenteranno alla fine un’estasi condivisa, ma questo non avviene per caso”.
“Al contrario, questo avviene da iniziative programmate con intelligenza, dalla cooperazione, dalla comprensione, dalla pratica e dall’amore combinati don l’esperienza”.

Dr. Giuliana Proietti
Clinica della Timidezza

Immagine:
Fredwurst Wikimedia

Autore:

Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Leave a Comment