Ansia Consulenza Relazioni Timidezza

Liberarsi della timidezza – Consulenza online

Sono una ragazza di 15 anni e frequento il liceo sociale, sono sempre stata giudicata timida fin da piccola. In effetti è vero, sono molto timida, anche se mi sforzo non riesco a sciogliermi di fronte a determinate situazioni. Non riesco a capire perchè davanti a persone che non conosco mi blocco, non riesco a guardargli negli occhi e se cerco di parlare o dico cose senza senso o talvolta balbetto anche. Quando devo incontrare qualche ragazzo faccio di tutto per evitarlo, o non rispondo ai messaggi oppure gli dò “buca”. Sono insicura di me stessa, ma non riguarda solo una questione fisica (anche se molti mi dicono che sono bella), ma non saprei nemmeno io.non riesco a liberarmi di questo “guscio” protettivo, non riesco ad essere veramente me stessa di fronte ad altri, faccio di tutto, veramente di tutto ma non ci riesco…
vi prego, come faccio a combattere la timidezza??
anche se è difficile e non basta leggere delle parole, vi prego…almeno un tentativo.
grazie in anticipo

 

Gentilissima,

Come prima cosa il tuo obiettivo non deve essere quello di “liberarti della timidezza”, perché se questo è l’obiettivo, tu sarai sempre perdente. La timidezza non è infatti un atto di volontà, ma un lato del carattere determinato in gran parte dall’eredità genetica (cioè quello che ti hanno trasmesso i tuoi genitori), sia a livello di DNA, sia per quello che riguarda l’educazione ricevuta ed i modelli che ti sono stati offerti. Ci sono poi dei traumi individuali, delle paure non risolte, delle incertezze che possono essersi accumulate durante il percorso di crescita (peraltro non ancora concluso). Tutto questo per dire che puoi impegnarti al massimo per “vincere” la timidezza, ma lei vincerà sempre su di te. Molto meglio allora cambiare strategia ed imparare a “giocare” con la propria timidezza, come se fosse una comnpagna di vita un po’ dispettosa, che ogni tanto fa qualche capriccio ma che, sapendola prendere per il verso giusto, si può riuscire a gestire. Solo accettando questa parte di te riuscirai, piano piano, a cambiare, sentendoti sempre più sicura di te. Devi porti degli obiettivi all’inizio piuttosto facili, poi a difficoltà crescente (es. salutare una nuova persona ogni giorno, chiedere il numero di cellulare o il contatto msg ad
una nuova persona al giorno, quando sei con altre persone parlare per 30 secondi di fila di un argomento da te precedentemente preparato, poi per 60 secondi, ecc. ecc.) Questo è il segreto: ora sta a te lavorarci su. Se non ci riesci, prova con una psicoterapia breve.
Cari saluti.

Leggi anche:  Dire grazie non è solo cortesia: è una grande abilità sociale!

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it

Immagine:Antijoe

 

Redazione

Il Sito www.clinicadellatimidezza è online dal 2002 e si occupa di timidezza, ansia e fobie sociali.
Fondatori e Curatori:

Dr. Walter La Gatta
Dr. Giuliana Proietti

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.