senza speranze

Sono Tony un timido quasi senza speranze. Vi sarei davvero grato se voleste rispondere al mio messaggio. Il mese scorso durante una festa di laurea ho scambiato qualche parola con una ragazza mia vicina di casa con la quale non siamo mai andati oltre qualche mail per questioni di lavoro e le manifestazioni di cortesia di due sconosciuti che vivono accanto. Credo che in quell’occasione abbiamo capito di non essere indifferenti l’uno all’altra. Da quel giorno, complice la vita notturna di agosto sono iniziate le “mosse” di un corteggiamento che ho gestito malissimo, perché ho mostrato di non reagire a quelli che ho interpretato come “inviti” non verbali della ragazza (es. il fatto di camminarmi intorno, l’invito esplicito di sua sorella a partecipare ad alcune serate, ecc.) salvo poi cercare di recuperare in modo debole e inconcludente. Risultato: lei ha preso a scappare e ad evitarmi, così per ora ho lasciato perdere. Ho pensato di scriverle una e-mail per scusarmi e farle capire che la mia è timidezza e non disinteresse, ma ho paura che il rimedio sia peggiore del male. È anche possibile che io abbia preso una colossale cantonata e che in realtà l’interesse reciproco non ci sia e lei abbia solo voluto difendersi da un seccatore. Non so che fare, per cortesia, potreste darmi un consiglio? Grazie, Tony

Gentile Tony,

Quando si è così come lei, nel dubbio, la cosa migliore da fare è buttarla sempre sull’amicizia: la ragazza potrà anche pensare che lei ci stia provando inutilmente, ma se anche fosse, questo modificherebbe in qualche modo la sua vita? La renderebbe meno virile? No, anzi: se la ragazza è interessata, lei sarà ben felice di averci “provato”, se non si mostrerà interessata, lei avrà avuto comunque modo di fare un’esperienza preziosa, che le potrà essere utile la prossima volta. I grandi seduttori non sono andati all’Università: hanno semplicemente “fatto pratica” raccogliendo sicuramente molti, inevitabili, “no”. Confessare la propria segreta timidezza invece non funzionerebbe: del resto se lei è timido, lo si vede, non c’è bisogno di spiegarlo e se la ragazza è veramente interessata a lei, ciò significa che apprezza anche la sua timidezza. Coraggio, la inviti: nella peggiore delle ipotesi diventerete amici!

Leggi anche:  La definiscono "strana" - Consulenza online

Dr. Walter La Gatta

Clinica della Timidezza

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram