parlare in pubblico
Ansia Consulenza Psicologia Relazioni Timidezza

Parlare in pubblico – Consulenza online

Il problema di parlare in pubblico


ho un problema grande:  devo a volte parlare in pubblico 
a causa del mio lavoroe ciò mi spaventa tantissimo. Non ho problemi nel dialogo interpersonale, nei rapporti con gli altri, ma quando c’è un gruppo riunito e io sono costretta a parlare mi assale una paura indicibile, mi sento a disagio, anche se me la cavo abbastanza bene e gli altri dicono di non accorgersi di questa mia difficoltà. Non accetto incarichi che comportano l’espormi davanti agli altri e parlare. Vedere gli altri con gli occhi puntati su di me, in silenzio ad ascoltarmi, mi annienta.

Come posso superarla? Grazie per l’attenzione.

Gentilissima,

Se fosse vero il contrario, cioè che gli altri la percepissero a disagio, mentre lei si sentisse perfettamente a suo agio… Sarebbe davvero molto peggio. Dunque, non resta che credere a ciò che le persone vedono e sentono e alla realtà che le descrivono (che lei non può vedere e sentire allo stesso modo, essendo parte in causa). Perché vuole credere solo a sé stessa e alle sue sensazioni? Parli in pubblico con fiducia e coraggio, anche se si sente in ansia, perché, come le hanno detto le persone da lei interpellate, i sintomi d’ansia non sempre sono visibili all’esterno.
Auguri.

Dr. Walter La Gatta

Immagine: Sheilaellen

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it

Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Articoli Consigliati

1 commento

  1. Anonymous dice:

    Mi riconosco interamente nelle parole di questa signora. Aggiungo che quando per lavoro mi preparo su un soggetto malgrado tutti i sintomi (tremore, secchezza delle fauci, pensiero meno chiaro che d’abitudine … per forza) con una buona dose di stoicismo vado e poi bene o male vado avanti. Ma quando sono ad esempio ad una riunione di genitori, dove in principio non sono tenuta a parlare, sono continuamente in ansia all’idea che qualcuno dica “E lei signora cosa ne pensa.” E ne sono talmente preoccupata che non riesco nemmeno a farmi venire una piccola domanda di riserva. Quando sono da sol o con poche persone sono in genere molto certa delle mie opinioni, mi stimo, mi ripeto che è ridicolo che io tema cosí tanto il giudizio degli altri in ogni cosa, quando sono più istruita e ho piú esperienza in certi settori che gran parte dei miei interlocutori ma poi é come se il mio fisico si ribellasse e non potessi fare niente contro quest’ansia che cresce dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.