I brutti sogni nei bambini piccoli sembrano associati a livelli elevati di ansia: lo dice uno studio canadese, condotto da Valerie Simard, sotto la direzione di Tore Nielsen della University of Montreal. Il gruppo di ricerca ha studiato 987 bambini del Quebec, osservati e valutati dai loro genitori a 29 , 41 , 50 mesi, e poi a 5 e 6 anni. Dai questionari compilati dai genitori si è potuto osservare che i bambini che facevano dei brutti sogni erano considerati dalle loro madri dei piccoli con difficoltà caratteriali a 5 e 17 mesi, oppure come particolarmente emotivi a 5 e 17 mesi, oppure con disturbi emotivi e troppo ansiosi a 17 mesi. Non così ansiosi venivano invece considerati dai loro genitori i bambini che facevano meno sogni brutti. Lo studio, riportato nella rivista Sleep, dice che i piccoli con incubi notturni sono molto agitati a cinque mesi, difficili da mantenere calmi a 17 mesi e frequentemente agitati durante il giorno a 17 mesi.

Fonte: Press International

(nd.b. Speriamo che lo studio non preluda alla vendita di un nuovo farmaco anti-sogni-brutti per uso pediatrico!)

Dr. Walter La Gatta
Clinica della Timidezza

 

CdT

Potrebbero interessarti anche:

Leggi anche:  Ansia da esame in tempi di Covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram