La sindrome di Asperger

La sindrome di Asperger

La sindrome di Asperger

Terapie Online Dr. Giuliana ProiettiDr. Giuliana Proietti
TERAPIE ONLINE
Individuali e di Coppia
Costo: 60 euro a seduta / Durata 1 ora / Frequenza: da concordare

Da quanto tempo si parla di sindrome di Asperger?

Il termine è stato coniato solo negli anni ’80: fu descritto per la prima volta in Inghilterra dalla psichiatra Dr Lorna Wing, in una rivista medica, nel 1981.

Perché il nome “Asperger”?

La locuzione fu coniata dalla Wing in onore di Hans Asperger, uno psichiatra e pediatra austriaco, il cui lavoro non era all’epoca molto conosciuto.

Perché si parla di “sindrome”?

Perché è caratterizzata da un insieme di sintomi piuttosto che da un unico sintomo: in particolare vi è una compromissione qualitativa dell’interazione sociale, modelli comportamentali stereotipati, attività e interessi limitati anche senza alcun ritardo clinicamente significativo nello sviluppo cognitivo o nel linguaggio.

In cosa consiste questa sindrome?

La sindrome di Asperger è un disturbo pervasivo dello sviluppo, annoverato fra i disturbi dello spettro autistico; non comportando ritardi nell’acquisizione delle capacità linguistiche né disabilità intellettive, è comunemente considerata un disturbo dello spettro autistico «ad alto funzionamento»

A13

 

Cosa distingue le persone che hanno questa sindrome?

Fondamentalmente, le persone che hanno la sindrome di Asperger vedono, ascoltano e sentono il mondo in modo diverso dalla maggior parte delle persone. Alcuni esempi:

  • Le persone con sindrome di Asperger prendono ciò che ascoltano o leggono alla lettera, essendo incapaci di cogliere l’ironia e il sarcasmo.
  • Si sentono sopraffatte dagli stimoli ambientali e ciò li rende particolarmente ansiose.
  • Hanno difficoltà a comprendere le altre persone e a relazionarsi con loro.
  • Si sentono spesso incomprese.
  • Hanno difficoltà a comprendere espressioni facciali, battute, concetti astratti e tono della voce.
  • Hanno scarsa empatia.
  • Amano la solitudine e trovano difficile stringere amicizie.
  • Preferiscono una routine quotidiana, come usare la stessa strada per andare a scuola, o mangiare lo stesso cibo a colazione ogni giorno.
  • Hanno bisogno di sapere cosa succederà ogni giorno e odiano l’idea del cambiamento.
  • Hanno interessi intensi e altamente focalizzati, che possono cambiare nel corso della loro vita. 
  • Si esprimono con un linguaggio monotono e pedante.
  • Hanno movimenti goffi e maldestri e posture bizzarre.
  • Hanno un profondo interesse in tematiche particolari che danno , loro una caratteristica di eccentricità.

Cosa distingue gli Asperger dagli altri soggetti autistici?

Le persone con la sindrome di Asperger non mostrano le stesse limitazioni di coloro che hanno forme di autismo: per esempio possono avere relazioni sociali, anche se con molti limiti e con molta goffagine.  

Quali sono le doti particolari delle persone con Asperger?

Il loro punto di forza è l’attenzione precisa per i dettagli, come nel mondo della matematica, dell’informatica, della catalogazione, della musica, della linguistica, dell’ingegneria e della scienza. La combinazione tra sindrome di Asperger e abilità o interessi personali può produrre persone geniali, che possono dare un notevole contributo all’umanità.

Come viene descritta la sindrome nel DSM-5?

Secondo il DSM-5 dell’American Psychiatric Association, per ricevere la diagnosi di autismo occorre avere i seguenti segni e sintomi:

  1. Difficoltà qualitative nel rapporto sociale, manifestandosi con almeno due tra le seguenti:
    1. Difficoltà marcata nell’uso di comportamenti non-verbali multipli, come il guardarsi negli occhi, le espressioni facciali, la postura corporea e i movimenti per regolare le interazioni sociali;
    2. Impossibilità a sviluppare relazioni appropriate tra persone di pari livello;
    3. Mancanza di ricerca spontanea per condividere divertimenti, interessi, o obiettivi con altre persone (difficoltà nel mostrare, portare o indicare oggetti d’interesse alle altre persone);
    4. Mancanza di reciprocità sociale ed emotiva;
  2. Modelli di comportamento stereotipati e ripetitivi, manifestati da almeno uno dei seguenti:
    1. Raggiungimento di un’occupazione mentale con uno o più modelli stereotipati e ristretti d’interesse, che sia anormale nell’intensità e nell’attenzione;
    2. Aderenza apparentemente inflessibile a specifici rituali o comportamenti non necessari;
    3. Movimenti corporei stereotipati e ripetitivi (come agitare mani e dita o altri movimenti);
    4. Persistente ed eccessivo interesse per parti di oggetti;
  3. Il disturbo crea difficoltà notevoli nelle aree sociali, professionali o altre aree d’importanza notevole per la vita di tutti i giorni;
  4. Non esiste un significativo ritardo nelle abilità linguistiche;
  5. Non esiste un significativo ritardo nello sviluppo cognitivo o nelle capacità appropriate all’età di aiutarsi e di avere un comportamento adatto alle circostanze (tranne che nelle interazioni sociali) e curiosità per l’ambiente esterno nell’infanzia;
  6. Non ci sono motivi di ritenere che si tratti di una forma di schizofrenia o di un altro disturbo pervasivo dello sviluppo.
Leggi anche:  Le pericolose sfide online degli adolescenti

Cosa è cambiato, negli ultimi anni, relativamente alla diagnosi di Asperger?

Una serie di studi ha supportato l’idea che esistono pochi casi nei quali i pazienti potevano rientrare nei criteri del DSM-IV, per cui nel 2013 la diagnosi di sindrome di Asperger è stata tolta dal DSM-5 come condizione separata e classificata insieme ai disturbi dello spettro autistico.

Nel 2019, anche l’Organizzazione mondiale della sanità ha seguito l’esempio, apportando la stessa modifica alle proprie linee guida diagnostiche, la classificazione internazionale delle malattie. (ICD)

Perché in molti non sono stati d’accordo con questo cambiamento?

Perché per molti, la sindrome di Asperger è più di una diagnosi: è una identità. Molte persone hanno rivendicato con orgoglio il termine “Aspie” ed hanno creato  gruppi di supporto, siti Web e pagine nei social media, nonché altri spazi fisici e virtuali, per celebrare la loro identità Aspie, non sentendosi semplicemente “autistici”.

Quando si accorgono i genitori dei comportamenti particolari del proprio figlio?

La maggior parte dei genitori che hanno figli con la sindrome di Asperger non se ne accorgono o lo fanno relativamente tardi. Inizialmente descrivono i loro figli come difficili, asociali o “cattivi”. Di solito l’Asperger viene diagnosticato molto più tardi nella vita rispetto alla maggior parte degli altri bambini che rientrano nello spettro autistico.

Personaggi timidi e vincenti

I soggetti Asperger si rendono conto della loro tipicità?

Questi soggetti sono capaci di descrivere correttamente, in maniera cognitiva e spesso formale, la loro malattia o le emozioni delle altre persone, le aspettative e le convenzioni sociali, ma sono incapaci di mettere a frutto questa conoscenza, soprattutto nei tempi ristretti di una interazione sociale. Questa difficoltà ad adattarsi è accompagnata da un marcato legame a regole formali di comportamento e a convenzioni sociali rigide, il che dà un’impressione di naiveté sociale e di rigidità comportamentale.

Cosa fare per migliorare la vita di un soggetto Asperger?

  • Riconoscere i comportamenti sintomatici della sindrome e gestirli.
  • Non forzare una persona con la sindrome di Asperger a socializzare e ad andare alle feste se non lo desidera.
  • Incoraggiare la persona a darsi degli obiettivi positivi

Chi è attualmente la più nota persona con sindrome di Asperger al mondo?

E’ sicuramente Greta Thunberg, una adolescente estremamente impegnata nelle sue preoccupazioni verso l’ambiente, con un tipico stile del pensiero determinato e inflessibile.

 

Training Autogeno - Clinica della Timidezza

Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949
Dr. Walter La Gatta Tel. 348 3314908

Costo: 60 euro a seduta / Durata 1 ora / Frequenza: da concordare

Quali personaggi noti avevano o hanno la sindrome di Asperger?

  • Hans Christian Andersen – Scrittore di favole per bambini
  • Susan Boyle – Cantante
  • Lewis Carroll – Autrice di “Alice nel Paese delle Meraviglie”
  • Charles Darwin – Naturalista Geologo e Biologo
  • Emily Dickinson – Poetessa
  • Albert Einstein – Scienziato e Matematico
  • Bobby Fischer – Scacchista
  • Bill Gates – Co-founder di Microsoft Corporation
  • Temple Grandin – Scienziata
  • Daryl Hannah – Attrice e attivista
  • Steve Jobs – Precedente CEO di Apple
  • James Joyce – Scrittore
  • Alfred Kinsey – Sessuologo
  • Stanley Kubrick – Regista
  • Michelangelo – Scultore
  • Wolfgang Amadeus Mozart – Compositore
  • Sir Isaac Newton – Matematico, astronomo e fisico
  • Andy Warhol – Artista
  • Ludwig Wittgenstein – Filosofo
  • William Butler Yeats – Poeta
In Italia una persona famosa con sindrome di Asperger è la scrittrice Susanna Tamaro.

Dr. Giuliana Proietti

 

Dr. Giuliana Proietti

Costo: 60 euro a seduta / Durata 1 ora / Frequenza: da concordare

Clinica della Timidezza, online da 20 anni+Ci occupiamo di timidezza da 20+anni
Costo: 60 euro a seduta / Durata 1 ora / Frequenza: da concordare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram