Le basi cerebrali dell’ansia sociale

ansia sociale

L’ansia sociale ha superato la depressione fra i disturbi psicologici più frequentemente diagnosticati negli Stati Uniti. Molti dei problemi che producono ansia sociale si ritengono dovuti alle esperienze difficili vissute, come ad esempio l’essere stati derisi a scuola, l’essere arrossiti davanti agli amici, il disagio vissuto al primo appuntamento. Queste esperienze possono “insegnare” alla persona che alcune situazioni sociali possono essere pericolose (per cui si comincia ad evitarle).

Ma non si tratta solo di esperienze vissute pericolosamente: sappiamo infatti che l’ansia sociale può avere origini genetiche e presentarsi frequentemente in membri della stessa famiglia. Gli autori di un nuovo studio credono di aver individuato, per la prima volta, un correlato neurale di questa vulnerabilità verso le situazioni sociali.

Wen Zhou e colleghi hanno scansionato il cervello di diciannove donne, mentre erano esposte all’odore di due tipi di sudore di uomo, un profumo floreale, e uno steroide umano (e feromone putativo) androstadienone. Uno dei due tipi di sudore maschile era sessuale, l’altro era neutrale (prelevati dalle ascelle di uomini che stavano guardavano un film erotico o un documentario didattico). Alle donne non sono state comunicate le differenze fra i vari odori, né la loro origine.

Il sudore umano, è stato già dimostrato, trasmette segnali sociali. Ad esempio, è stato provato che le persone possono descrivere lo stato emotivo di una persona semplicemente dall’odore del suo sudore. I risultati chiave di questo nuovo studio sono che i due tipi di sudore, rispetto agli altri odori, hanno portato ad una maggiore attivazione della corteccia orbitofrontale (OFC) nel cervello delle donne che hanno partecipato all’esperimento, ma che il livello di questa attivazione era variabile, a seconda della predisposizione all’ansia che le donne avevano dichiarato di avere. Tutti i soggetti studiati non soffrivano di disturbi psicologici gravi, ma coloro che soffrivano maggiormente di ansia sociale (ad esempio, si sentivano a disagio nei grandi gruppi), hanno mostrato una minore attivazione cerebrale se esposte al sudore degli uomini.

E’ importante sottolineare che la maggior parte delle donne studiate (quasi il 90 per cento) non si sono rese conto che gli odori erano di esseri umani, e che gli odori non hanno avuto effetto sul loro stato d’animo o sul livello di ansia provata al momento della prova. Coerentemente con questo, i diversi odori non hanno influenzato in modo differente l’amigdala (struttura sottocorticale bilaterale associata alla gestione della paura). Ciò che lo studio sembra mostrare è che i segnali sociali (sudore) innescano una maggiore attività nella corteccia orbito centrale rispetto agli odori non sociali (profumo floreale), ma che il livello di questa attività cambia da persona a persona. I più ansiosi mostravano un minore livello di attivazione di questa area cerebrale.

L’OFC è fortemente interconnessa con l’amigdala ed è coinvolta nel processo decisionale e in quello riguardante premi e punizioni. Un altro studio di brain imaging ha rilevato che parlare in pubblico è associato ad una maggiore attivazione dell’amigdala, con attivazione ridotta nel OFC. Quindi si potrebbe dire, concludendo, che le persone con predisposizione all’ansia sociale hanno una corteccia OF che funziona in modo diverso da coloro che non hanno tale disposizione. E’ lì la chiave dell’ansia sociale? Nuovi studi sull’argomento ce lo diranno con maggiore chiarezza.

Fonte: Zhou, W., Hou, P., Zhou, Y., and Chen, D. (2010). Reduced recruitment of orbitofrontal cortex to human social chemosensory cues in social anxiety. NeuroImage DOI via Sweaty work in the hunt for the brain basis of social anxiety, BPS

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it

Immagine:Wikimedia

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona e Terni. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un commento

Condivisioni