seno

La Facoltà di Medicina dell’Università Laval, in collaborazione con la Canadian Public Health Agency and Cancer Care Ontario ha condotto uno studio su 24.600 donne. Si è visto così che il tasso di suicidio tra donne che hanno una protesi al seno è più alta della popolazione normale del 73%.

La ricerca è stata pubblivìcata recentemente sull’American Journal of Epidemiology.
La scoperta non sorprende, perché è chiaro che una persona che ricorre al bisturi non si piace, non si accetta e non si ama abbastanza. A volte è seriamente depressa.

Queste persone scelgono la chirurgia estetica perché pensano che questo sia un modo per ricostruirsi dentro, più che fuori, per ritrovare la felicità.

I ricercatori hanno trovato invece che, superato l’intervento, i problemi che c’erano nella donna prima dell’intervento estetico rimangono tutti e dunque lo stato depressivo subisce un peggioramento.

Fonte: Psychcentral

Dr. Giuliana Proietti
Clinica della Timidezza

CdT

Potrebbero interessarti anche:

Leggi anche:  Alcol e ansia: un legame profondo

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta Sessuologa

● Attività professionale a Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova Marche
● Terapie online Via Skype, Zoom, Teams e Whatsapp
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 anche via whatsapp

Email g.proietti@psicolinea.it

Sito web : www.giulianaproietti.it

Biografia della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram