Adolescenti e spaccio di droga

Adolescenti e spaccio di droga

 

Dr. Walter La GattaCanale YouTubeConsulenza Via Skype

Il traffico di droga è diventato un grande business online: non c’è più bisogno di andare a cercare gli spacciatori. Secondo NBC News, ben due pillole su cinque vendute online contengono dosi letali di fentanyl.

Il fentanyl è un oppioide sintetico che è 100 volte più forte della morfina e 50 volte più potente dell’eroina, ma è più veloce ed economico da produrre. Secondo la DEA, gli ingredienti di queste pillole possono essere ottenuti dalla Cina e dall’India e potrebbero anche includere metanfetamine e altre sostanze chimiche pericolose non regolamentate. Una dose delle dimensioni di un pizzico di sale può dunque essere pericolosa per soggetti vulnerabili.

A26

Quali droghe vengono vendute online?

Uno studio neozelandese pubblicato sull’International Journal of Drug Policy ha rivelato che la marijuana è la droga più popolare acquistata online, seguita dall’MDMA (ecstasy). Altre droghe acquistabili facilmente online sono: Marijuana, Spice / K2 – Marijuana sintetica, Oppiacei da prescrizione, Eroina, Metanfetamina, Cocaina

Come si fa a cercare la droga su Internet?

Si usano termini gergali, incomprensibili a chi non frequenta certi ambienti. Le piattaforme di social media tentano di bloccare i contenuti che contengono parole correlate alla droga, ma gli utenti esperti e gli spacciatori sanno bene come aggirare questi filtri.

Un metodo comune è quello di utilizzare errori di ortografia, come ad esempio “pilz” o “Xanaz”. Sarebbe inutile farne un elenco, dal momento che questi termini si evolvono costantemente per necessità, man mano che la terminologia diventa comune e le piattaforme rafforzano i loro filtri.

In alcuni casi, invece di utilizzare una terminologia gergale, si usano le immagini grafiche presenti sui social. Ad esempio, un quadrato blu con una P bianca al centro può rappresentare la droga oppiacea Percocet, una tavoletta di cioccolato può rappresentare lo Xanax, una palma può rappresentare la marijuana e così via.

Una volta stabilito il contatto iniziale, la conversazione continua in privato, spesso tramite un’app di messaggistica crittografata come Telegram o Whatsapp.

Clinica della Timidezza - Terapie online

Secondo la West Virginia University, nel 2019, Instagram ha sostituito Twitter come piattaforma di social media più popolare per il traffico di droga. Per proporsi allo spacciatore, basta mettere un like a un suo post. Un giornalista del Washington Post lo ha fatto e, in seguito, gli algoritmi di Instagram hanno riempito il feed del giornalista con annunci di spacciatori.

In un’indagine della CBS News, alcuni giornalisti hanno creato profili falsi su Instagram, Snapchat e TikTok, affermando di essere studenti delle scuole superiori, di 18 anni. Il primo utente ha affermato di essere attivamente alla ricerca di droghe e il secondo profilo ha utilizzato hashtag che indicavano che l’utente stava provando tristezza, depressione e ansia.

Il primo giornalista ha trovato un rivenditore entro 48 ore. L’altro, che pubblicizzava la depressione e l’ansia, ha ricevuto informazioni sulla droga entro il terzo giorno, ivi inclusa una foto di qualcuno che sniffava cocaina.

Leggi anche:  Timidezza e uso di Internet

In un’indagine del Wall Street Journal del 2021 , altri giornalisti hanno creato diversi account falsi per utenti di età compresa tra 13 e 15 anni per scoprire quali tipi di contenuti sarebbero stati offerti. Un account appartenente a un tredicenne ha ricevuto 569 video sull’uso di droghe, inclusa la dipendenza da cocaina e metanfetamine, con video promozionali per la vendita online di droghe e accessori. Centinaia di video simili sono apparsi anche negli altri feed degli utenti.

Dr. Walter La Gatta

Il Child Mind Institute ha osservato che quasi la metà dei ragazzi con problemi psicologici tende a rivolgersi alle sostanze per risolvere i propri problemi. Queste sostanze alleviano temporaneamente i sintomi dell’ansia o della depressione, ma a lungo andare li peggiorano.

L’uso di droghe altera la chimica del cervello, influenzando il sistema di ricompensa, che influisce sul tono dell’umore attraverso il rilascio di livelli innaturalmente alti di dopamina, un neurotrasmettitore del benessere.

Le conseguenze a breve e lungo termine della tossicodipendenza riguardano quanto segue:

  • Scarso rendimento scolastico
  • Aumento dei problemi psicologici
  • Alienazione sociale
  • Problemi legali

Uno studio del 2018 pubblicato su Frontiers in Behavioral Neuroscience ha analizzato lo sviluppo del cervello umano e animale e ha scoperto che l’uso di sostanze durante l’adolescenza è associato a quanto segue:

  • Deficit nel neurosviluppo
  • Danni ai neurocircuiti associati all’apprendimento, alla memoria e al processo decisionale
  • Impatti negativi sulle funzioni neurocognitive

Dr. Walter La Gatta

Quando il cervello viene aggredito da tali sostanze dannose mentre è ancora in via di sviluppo, c’è il rischio che il danno possa essere permanente. I sintomi risultanti possono includere menomazioni in quanto segue:

  • Risposta allo stress
  • Processo decisionale basato sul rischio
  • Controllo dell’impulso
  • Funzioni esecutive
  • Apprendimento
  • Memoria
  • Risposte del sistema immunitario
  • Uso di sostanze e salute fisica

Secondo la National Library of Medicine, l’abuso di sostanze durante l’adolescenza può contribuire a maggiori rischi di quanto segue:

  • Cardiopatia
  • Ipertensione
  • Disturbi del sonno
  • Maggiore rischio di diventare dipendenti da sostanze

Quali sono le sostanze di cui fanno maggiore uso gli adolescenti?

Le sostanze più utilizzate dagli adolescenti sono alcol, marijuana e tabacco (CDC ). Il consumo di alcol da parte dei minorenni è così comune che le persone di età compresa tra 12 e 20 anni consumano circa il 10% di tutto l’alcol consumato negli Stati Uniti. È la sostanza più ampiamente abusata tra gli adolescenti, secondo la National Library of Medicine.

Come altre droghe, l’alcol può avere effetti dannosi in modo permanente, tra cui:

  • Morte
  • Lesioni
  • Guida in stato di ebbrezza
  • Sesso non protetto
  • Problemi comportamentali a scuola
  • Danni cerebrali permanenti
  • Disturbi dell’umore, del comportamento e cognitivi

 

Dr. Walter La Gatta

Il National Institute on Drug Abuse ha fornito il seguente elenco di segni che connotano l’adolescente che potrebbe fare uso di sostanze:

  • Cambiamenti nell’appetito
  • Difficoltà nel sonno
  • Cambiamenti nelle amicizie
  • Scarsa igiene personale
  • Ridotto rendimento scolastico
  • Perdita di interesse per le attività precedentemente apprezzate
  • Deterioramento delle relazioni
  • Odori insoliti
  • Occhi rossi, gonfi o vitrei
  • Pupille dilatate

Dr. Walter La Gatta

Walter La Gatta
psicologo psicoterapeuta sessuologo
ONLINE
Dr. Walter La Gatta

Fonte: https://socialmediavictims.org/effects-of-social-media/drugs/

Immagine
Pexels

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram