Sono una studentessa di 25 anni. Vi scrivo perchè da qualche tempo ho un problema:una settimana prima o anche il giorno prima degli esami sono pervasa dall’ansia, piango continuamente, ho le palpitazioni e mi manca il respiro, addirittura spero che mi succeda qualcosa pur di non andare a sostenere l’esame, nonostante abbia studiato con diligenza per diversi mesi tutti i giorni per otto ore al giorno(concedendomi solo per tre volte a settimana un’ora di palestra e il sabato sera un’uscita con gli amici)!Solo nel momento in cui decido di non andare a sostenere l’esame sto meglio fisicamente,anche se sono delusa di me stessa e soprattutto perchè credo di deludere anche le persone intorno a me (in particolare i miei genitori,mia sorella e il mio fidanzato). Inizialmente credevo fosse dovuto dalla paura dell’esame, poi mi sono accorta che non è nell’esame in sè per sè, perchè a volte mi è capitato di affrontare  esami senza questo stato di ansia (magari solo non dormendo la notte!).  Il fatto è che sono sempre stata una persona molto riservata, difficilmente riesco a confidarmi con gli altri, ma soprattutto non riesco a stimarmi e ho sempre la paura di deludere i miei genitori e le persone che credono in me. Vi ho scritto perchè vorrei cercare di superare questo ostacolo, che per me sta diventando insormontabile, in modo da riuscire a terminare il percorso universitario (visto che mi mancano cinque esami alla laurea) ,ma soprattutto perchè vorrei essere orgogliosa di me e non far preoccupare i miei genitori. Vorrei trovare un modo per sentirmi meglio e più sicura di me!Voi cosa mi consigliate?? Parlare con persone qualificate? oppure nonostante l’ansia cercare di affrontare l’ostacolo-esame (anche se mi sento morire dentro) ?? Sento che ho bisogno di un aiuto,perchè sono stanca di sentirmi così…voglio stare bene e essere contenta di me! Vorrei venire alla clinica ma sono di Roma e quindi non mi sarebbe semplicissimo raggiungervi!Attendo fiduciosa una risposta,
Cordiali saluti.

Gentilissima,

Probabilmente il suo livello di aspettativa sulle sue prestazioni all’esame è talmente elevato che non si sente mai abbastanza pronta per poter sostenere la prova. Del resto, anche la persona più preparata sarà presa, all’ultimo momento, da molti dubbi ed è normale non sapere tutto alla perfezione, come lei invece si aspetterebbe – sempre – da sé stessa. Studiare è importante, ma la vita è fatta anche di altro e lei dovrebbe provare a prendere con maggiore leggerezza le cose. Oggi infatti si preoccupa per l’Università, ma se non cambia modo di pensare, in futuro sarà altrettanto tesa per il lavoro, per i figli, per la salute… E’ il modo di pensare che non va: si può essere orgogliosi di sé anche quando si è fatto bene, o abbastanza bene, senza aspettarsi troppo, senza criticarsi troppo. Un’altra ragione ipotizzabile per quanto le accade potrebbe essere che lei è spaventata del dopo-università e per questo fa di tutto (inconsapevolmente) per non terminare il suo percorso di studi e non dover così affrontare il poi… Lavoro? Matrimonio? Cosa la preoccupa? Se questo fosse il caso, il consiglio è quello di parlarne con uno psicologo, per chiarirsi le idee prima di compiere scelte importanti.
Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it
Immagine: Milena Mihailova

Mix

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.