Gli psicopatici non sono poi così intelligenti

psicopatici

Manipolativi, disonesti e privi di empatia: questi i tratti di personalità che descrivono gli psicopatici e, come si può facilmente arguire, essi non delineano una personalità particolarmente piacevole. Finora nei romanzi, nei film e nelle serie TV essi vengono tuttavia descritti come persone diabolicamente intelligenti: ma è proprio così?

Assolutamente no: in generale, gli psicopatici sembrano avere un’intelligenza addirittura inferiore alla media.

Le persone che soffrono di psicopatia costituiscono circa l’1 per cento della popolazione, come ricorda Brian Boutwell della St Louis University, nel Missouri. Una persona viene definita psicopatica quando ha un alto livello di insensibilità, impulsività, aggressività e senso di grandiosità. “Non tutti gli psicopatici infrangono la legge o fanno del male a qualcuno, ma la probabilità che essi lo facciano è più alta del normale”, dice ancora Boutwell.

Poiché molti psicopatici sono persone affascinanti e manipolative, si è spesso pensato che essi avessero un’intelligenza superiore alla media, anche grazie al mito di Hannibal Lecter, il serial killer, cannibale e psichiatra del libro e del film “Il silenzio degli innocenti”, forse lo psicopatico più conosciuto.

Il Dr. Boutwell ha deciso di condurre uno studio su questi soggetti perché non era affatto convinto che essi fossero così intelligenti, visto il fatto che sono persone impulsive, che hanno scontri con la legge e spesso si fanno del male da sole: questo non significa dunque che si tratti di persone così intelligenti…

Boutwell e i suoi colleghi hanno analizzato i risultati di 187 studi pubblicati su intelligenza e psicopatia. Questi documenti includono anche delle ricerche su psicopatici condotte in carcere.

Complessivamente, il team di ricercatori ha dichiarato di non aver trovato alcuna prova sul fatto che realmente gli psicopatici siano più intelligenti rispetto alle persone che non hanno tratti psicopatici; semmai si può dire esattamente il contrario!

Gli psicopatici infatti, in media, raggiungono livelli significativamente più bassi nei test d’intelligenza.

Guardando il loro curriculum si scopre che non sono andati bene a scuola, sono sempre alla ricerca di sensazioni: a loro non piace sedersi a leggere libri, finiscono spesso a sperimentare droghe, hanno un linguaggio brusco e aggressivo.

Allo stato attuale, gli psicopatici tendono ad essere considerati “incurabili” e infatti molti di coloro che sono in carcere lo sono per recidiva. La psicopatia non risponde alle psicoterapie ed il trattamento e la riabilitazione per gli psicopatici è difficile, anche perché questi soggetti non si rendono conto di essere malati.

Dr. Giuliana Proietti

Fonte:
bioRxiv, doi.org/10/bxj4, via Real-life psychopaths actually have below-average intelligence, New Scientist

Immagine:
Pexels

Fai il test di Hare: Scopri se sei psicopatico
Psicopatico o Sociopatico: che differenza c’è?

Autore:

Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Leave a Comment