Il narcisista: come riconoscerlo

Il narcisista: sai riconoscerlo? Sai come gestirlo? Ecco alcune informazioni che potrebbero esserti utili.

Cos’è il disturbo narcisistico della personalità?

La parola “narcisismo” è molto diffusa sui media, specialmente quando si parla della vanità di alcuni personaggi famosi, oppure quando si vogliono mettere in rilievo alcuni aspetti della nostra società, come l’ossessione per i selfie.

In termini psicologici tuttavia, il narcisismo ha un altro significato. Le persone con disturbo narcisistico della personalità sono innamorate di un’immagine idealizzata e grandiosa di se stessi, perché questo consente loro di evitare i profondi sentimenti di insicurezza che altrimenti proverebbero.

In quali situazioni si esprime di più il carattere narcisista?

Il modo di pensare e di comportarsi del narcisista emerge in ogni area della vita: dal lavoro alle amicizie e alle relazioni familiari e sentimentali.

I narcisisti sono persone di successo?

Malgrado alcuni tratti del loro carattere, davvero poco piacevoli, i narcisisti sono spesso persone di successo, perché la loro apparente sicurezza di sé li porta ad assumere ruoli di leadership.

I narcisisti hanno buone relazioni sociali?

Assolutamente no: le loro relazioni sociali sono molto scarse, perché per il narcisista è difficile controllare i propri sintomi nelle relazioni amicali o sentimentali.

Quali sono i segni e sintomi del disturbo narcisistico della personalità?

Questo disturbo si basa su tre aspetti fondamentali:

  • Stile di pensiero e comportamento egocentrici e arroganti,
  • Mancanza di empatia e considerazione per le altre persone,
  • Eccessivo bisogno di ammirazione.

La grandiosità è la caratteristica distintiva del narcisismo. Più che di arroganza o vanità, ciò che contraddistingue questi soggetti è il senso di grandiosità, cioè un senso irrealistico di superiorità.

I narcisisti credono di essere unici o “speciali” e di poter essere compresi solo da persone altrettanto speciali e superiori. Inoltre, sentendosi persone di valore, non vogliono essere associate a qualcosa di medio o di ordinario. Vogliono frequentare solo persone e luoghi di alto livello.

La loro convinzione di essere migliori di chiunque altro li porta ad aspettarsi sempre dei riconoscimenti,  anche quando non hanno fatto nulla per guadagnarseli.

Poiché la realtà spesso non conferma la visione grandiosa di se stessi, i narcisisti tendono a vivere in un mondo fantastico sostenuto dalla distorsione, dall’autoinganno e dal pensiero magico. Godono di fantasie auto-glorificanti di successo illimitato, potere, capacità seduttiva, che li fanno sentire speciali e li proteggono da sentimenti di vuoto interiore e di vergogna.

Per questa ragione, fatti e opinioni che li contraddicono vengono ignorati o razionalizzati. Qualunque cosa che minacci di far scoppiare la bolla di fantasia nella quale vivono viene accolta con comportamenti difensivi e rabbiosi, per cui coloro che si trovano accanto al narcisista imparano ad assecondare questa sua negazione della realtà.

Come si comporta il narcisista nei confronti degli altri?

Il narcisista sfrutta gli altri senza colpa o vergogna: non sa identificarsi nei sentimenti degli altri, manca completamente di empatia. Gli altri sono come degli oggetti, presenti all’unico scopo di soddisfare i propri bisogni. L’unica cosa di cui i narcisisti hanno consapevolezza sono i propri bisogni.

Quando il narcisista si confronta con una persona che lo mette in difficoltà usa il disprezzo, per neutralizzare la minaccia e sostenere il proprio ego. Può esprimere il suo disprezzo con insulti, bullismo e minacce varie, pur di costringere l’altra persona a rimettersi in linea.

La loro tendenza è quella di dare sempre la colpa agli altri. Inoltre, sono estremamente sensibili e reagiscono in malo modo anche alle più lievi critiche, ai disaccordi o agli insulti percepiti, che considerano come attacchi personali.

Come si comporta il narcisista in amore?

I narcisisti possono essere soggetti molto magnetici e affascinanti. Sono infatti molto bravi a creare un’immagine di sé fantastica e lusinghiera che attira in particolare le persone con scarsa autostima.

Le esigenze del /della partner del narcisista sono destinate a non essere mai soddisfatte (o nemmeno riconosciute). È importante sottolineare che i narcisisti non sono alla ricerca di veri partner, ma di ammiratori obbedienti. I narcisisti infatti non sono capaci di vera reciprocità nelle loro relazioni, perché non riconoscono nel partner qualcuno che esiste al di fuori dei propri bisogni.

Come si comportano le persone con cui il narcisista è in relazione?

Le persone in relazione con un soggetto narcisista spesso preferiscono assecondare le richieste del narcisista, per evitare le sue reazioni di freddezza e di rabbia.

Quali sono le conseguenze di un disturbo narcisistico di personalità?

La vita professionale, sociale e relazionale delle persone narcisiste può essere compromessa facilmente quando gli altri non mostrano il riconoscimento che il narcisista crede di meritare. Le persone in relazione con un soggetto narcisista possono sentirsi sfruttate, manipolate e non rispettate nei loro bisogni, il che può sviluppare in loro sindromi ansiose e depressive.

Cosa può fare un narcisista per guarire dai suoi sintomi?

Le persone con disturbo narcisistico della personalità sono estremamente resistenti a cambiare i propri comportamenti,
anche quando questi causano loro dei problemi. Per questa ragione è ben difficile che un soggetto con disturbo narcisistico di personalità si rivolga ad un terapeuta.

Quando la rappresentazione temuta di sé (sé difettoso o fallimentare) si affaccia, per varie ragioni ed in seguito a determinati eventi, alla loro coscienza, i narcisisti entrano in profonda crisi, che possono tentare di “curare” anche con l’abuso di alcol e di sostanze, al fine di ristabilire lo stato di grandiosità perduto.

I narcisisti dovrebbero essere aiutati ad evitare i pensieri automatici del “tutto o nulla”, cioè considerarsi o assolutamente superiori a chiunque altro, o completamente senza valore.  La ristrutturazione di questa forma di pensiero deve aiutare il soggetto narcisista a limitare le aspettative eccessive che ha su di sé e sugli altri, sostituendole con convinzioni alternative più realistiche.

Allo stesso modo, possono essere prevenuti i tipici acting out di rabbia del narcisista, migliorando le abilità sociali e le competenze psicologiche nel gestire le emozioni negative, saper entrare in intimità con l’altro, riconoscendo il valore e l’importanza dei bisogni e dei sentimenti degli altri.

La terapia farmacologica non può ovviamente intervenire sulle caratteristiche di personalità del narcisista, ma può essere utile per trattare le conseguenze secondarie di questo disturbo della personalità.

Dr. Walter La Gatta

WLG

Immagine
Pexels

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Leave a Comment