Mi capitano i seguenti fenomeni… – Consulenza on Line

Consulenza online Walter La Gatta

Sono un uomo di ventisei anni di nome A. Il principale motivo per cui le scrivo è la mia timidezza. A causa della succitata timidezza, sono senza amici e senza fidanzata. Quando mi trovo al cospetto di persone che conosco appena o che non conosco per niente (oppure se mi trovo a parlare con esse per telefono), mi capitano i seguenti fenomeni: respiro corto, balbuzie, respirazione aritmica, cambiamento di voce che talvolta è molto bassa ed incomprensibile, tremolio alle dita, tachicardia,mal di pancia, goffaggine e sensazione di aver perso improvvisamente la mia intelligenza.

Inoltre, in queste circostanze, mi rendo conto di avere una certa paura di contraddire chi mi sta parlando (a volte, lo faccio, ma con terrore);inoltre, evito di porre domande specifiche a colui (o colei) che mi sta difronte.

Poi, quando andavo a scuola (o quando frequentavo il corso di Cresima), mi rendevo anche conto di avere l’impressione ossessiva e paralizzante che gli altri stessero lì per giudicarmi (forse, per quanto riguarda i miei compagni di classe ed i miei professori, avevo ragione).

Per esempio, quando frequentavo il corso di Cresima, il catechista/Sacerdote (come del resto a scuola i professori), chiedeva se noi avessimo domande da fargli ed io ho sempre evitato di fare domande, sia per paura di essere deriso dai miei compagni, sia per timore di sentirmi dire dal catechista/Sacerdote: “ma che domande stupide che fai!”. Ma le dirò di più.

Deve sapere che collaboro con mia sorella nel suo studio grafico informatico. In genere,mia sorella è presente però, talvolta, capita che lei esca per fare delle commissioni e che mi lasci lì. Quando rimango solo, provo una fortissima paura che qualcuno possa entrare perché temo di fare brutte figure (in quei momenti ringrazio Dio perché il negozio non ha una grande clientela e prego affinché nessuno entri.Inoltre, sento la tentazione di scappare e di lasciare il negozio incustodito).

Sa, a volte penso che il motivo per cui non ho né amici né fidanzata sia dovuto al fatto che le persone da me frequentate nel passato (compagni di corsi), abbiano pensato di me che fossi freddo senza capire che non sono freddo ma timido. Ho provato a trovare una spiegazione alla mia timidezza.

Le spiegazioni che sono riuscito a trovare, però, non sono servite a risolvere il mio problema (forse i motivi che sono riuscito a trovare non sono esatti). Secondo lei, c’è un rimedio al mio problema? Aspettando una sua graditissima risposta (e scusandomi per il lunghissimo messaggio), la saluto cordialmente.
A.

Chiedi consulenza online

Informati anche sulla Consulenza Telefonica Gratuita del Giovedì


A9

Gentilissimo A.,

La soluzione del suo problema potrebbe essere quella di imparare a concentrarsi più su quanto le accade intorno, che su se stesso. La persona timida, infatti, peggiora le sue performances in quanto si esamina in modo eccessivo (ed ossessivo), criticandosi e trovandosi mille difetti.

In genere, i giudizi degli altri sono molto più favorevoli di quelli che la persona timida dà di se stessa: per questo bisognerebbe imparare a sdrammatizzare, a pensare che gli altri per prima cosa non sono così interessati a noi (quanto noi forse vorremmo) ed, in secondo luogo, i giudizi che dànno sulle cose, o le persone, possono anche essere superficiali e pertanto neutri, non troppo inclinati verso un giudizio per forza positivo o negativo.

Tutto questo appare semplice, ma in realtà pensarla così non è, in genere, un punto di partenza, ma di arrivo: una buona psicoterapia può aiutare a vedere il mondo con altri occhi, leggendo la realtà che ci riguarda in modo diverso. Le suggerisco di provarla.

Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta

 

Walter La Gatta
psicologo psicoterapeuta sessuologo
su Facebook

Visita il nostro canale YouTube
Visita il nostro Canale YouTube!

Prima volta su Clinica della Timidezza?

9 Ragioni per sceglierciCanale YouTube

ANCONA - TERNI - FABRIANO - CIVITANOVA MARCHE
Libri Giuliana Proietti Walter La GattaLibri pubblicati da Dr. Giuliana Proietti - Dr. Walter La Gatta

Immagine
Freepik

Autore:

Dr. Walter La Gatta
Si occupa di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia (Terapeuta del Centro Italiano di Sessuologia)
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it


Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.