Per favore, aiutatemi - Consulenza online

Per favore, aiutatemi – Consulenza online


Consulenza online Walter La Gatta

ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO

Ultimo Aggiornamento: Lug 31, 2022 @ 12:52

ho 24 anni e sono ritenuto da molti un ragazzo bello, intelligente, colto, sensibile, molto simpatico e ricco d’interessi. Ad oggi, però, mi trovo in una situazione davvero problematica, soprattutto a livello di relazioni affettive. Non sono mai stato fidanzato ma ogni giorno percepisco sguardi, ammiccamenti, sorrisi ecc. da parte di persone dell’altro sesso. Questi senali da una parte mi lusingano molto, dall’altra mi terrorizzano, nel senso che, quando sento che lo scambio di sguardi ecc. sta diventando via via più “compromettente” mollo tutto e rinuncio a instaurare alcun tipo di rapporto. E fu così che fino ad oggi non ho mai tentato alcun approccio o corteggiamento veramente diretti, nemmeno in contesti che si prestano bene a far questo, ad es. in discoteca. Perchè? Perchè ho un'”ansia da prestazione” esagerata (uso quest’espressione in senso atecnico, intendendo per prestazione anche il fatto di scambiare due chiacchiere di convenienza…); la prospettiva di rendermi ridicolo, o agli occhi di estranei “assatanato”, o ancora di ricevere un rifiuto mi paralizza letteralmente. Mi sembra quasi che voglia preservare nella mente dell’osservatrice interessata la sola mia immagine, magari gagliarda e sicura di sè, da eventuali passi falsi che farei venendo allo scoperto. Quindi sono sempre il primo a distogliere lo sguardo, non chiedo più informazioni sulle ragazze perchè non voglio passare per “l’arrapato di turno”, mi scervello per pensare ad una situazione nella quale potrei conoscere una ragazza che ho notato (intutile dire che si tratta di situazioni assolutamente utopiche e che, quindi, non si realizzano mai)… Come se non bastasse, col passare del tempo, ho sviluppato una sorta di perfezionismo estetico maniacale per il sesso opposto a furia di fare il ragionamento della volpe che non arriva all’uva e dice che è acerba : non riesco a provarci e, quindi, mi sforzo di trovare il minimo difetto per autoconvincermi che non vale la pena provarci. E’ una situazione insostenibile! Io, che ho sempre odiato aforismi e luoghi comuni, trovo la mia situazione riassunta perfettamente nel detto “Chi ha il pane non ha i denti”! Mi sento veramente un leone in gabbia! Per favore, aiutatemi!

Grazie della pazienza e cordiali saluti da Luca.

Consulenza online: come si fa

Informati anche sul servizio Parlane con lo Psicologo!

A23

Gentile Luca,

Leggi anche:  Trovare la giusta terapia psicologica

Per favore, aiutatemi – Consulenza online


Consulenza online Walter La Gatta

ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO

Ultimo Aggiornamento: Lug 31, 2022 @ 12:52

Il suo problema, condiviso da molti, è che traccia una netta linea di separazione fra il “provarci” e il “non provarci”, mentre chi ci sa fare con le donne è campione nel vagare con leggerezza fra le ampie sfumature presenti fra queste due polarità. Detto in altre parole, lei dovrebbe cercare di sviluppare quelle competenze sociali che le permettano di diventare anzitutto “amico” di una ragazza, a prescindere dalla sua bellezza e dal fascino che esercita su di lei. Diventare amico di una ragazza significa condividere con lei anche momenti di intimità e di vicinanza dei corpi, lo scambio di affettuosità, ma senza nessuna malizia e senza sentirsi un fesso solo perché non ci prova, o almeno non ci prova subito. Questa abitudine al contatto con persone dell’altro sesso potrà poi facilitarla moltissimo nell’avvicinarsi, nel modo più adeguato, alle persone che le sembreranno più adatte a lei.
Cordiali saluti e auguri.

Dr. Walter La Gatta

 

clinica della timidezzaCanale YouTubeDr. Walter La GattaConsulenza Via Skype

Photo by christian buehner on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram