Troppo tempo davanti a Tv e PC: aumentano i disturbi psicologici

Troppo tempo davanti a Tv e PC: aumentano i disturbi psicologici

Troppo tempo davanti a Tv e PC: aumentano i disturbi psicologici

Terapie online Dr. Walter La GattaDr. Walter La Gatta - Tel. 348 3314908
Psicoterapeuta Sessuologo
ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Bonus Psicologo

Ultimo Aggiornamento: Lug 30, 2022 @ 12:18


Articolo datatoCerca qualcosa di nuovo su Clinica della Timidezza!

I disturbi psicologici non dipendono solo dai traumi: i bambini che guardano troppa TV o trascorrono troppo tempo al computer sembra corrano un aumentato rischio di difficoltà psicologiche – indipendentemente dal livello di attività fisica che svolgono.

Uno studio su oltre 1.000 pre-adolescenti ha scoperto che coloro che trascorrono più di due ore al giorno guardando la TV hanno il 61%  di probabilità in più rispetto ad altri bambini di avere difficoltà psicologiche – tra cui iperattività, emotività, problemi di concentrazione e di condotta, così come difficoltà con i coetanei (OR 1,61, 95% CI 1,20-2,15), afferma la ricercatrice Angie Page, dell’Università di Bristol in Inghilterra.

A22

Una pari quantità di tempo trascorsa davanti ad un PC per attività diverse dai compiti a casa è stata associata ad una probabilità del 59% superiore ad altri bambini di sviluppare problemi psicologici (OR 1,59, 95% CI 1,32-1,91).

Leggi anche:  Gli amici sono uno scudo contro le esperienze sociali negative

Le quote sono ancora più elevate per i bambini che non hanno svolto almeno 60 minuti di attività fisica al giorno – e sono state più elevate fra coloro che hanno trascorso più di due ore al giorno sia a guardare la TV sia utilizzando un PC (OR 2,27, 95% CI 1,60-3,13).

Questi dati, secondo la Page, confermano la necessità di limitare l’uso dello schermo (TV o PC), a prescindere dal livello di attività fisica svolta dal bambino. La Page e i suoi colleghi hanno esaminato i dati relativi a 1.013 soggetti fra i 10 e gli 11 anni residenti a Bristol, in Inghilterra, che hanno partecipato ad un progetto (Personal and Environmental Associations with Children’s Health project).


Seguici anche sui Social!

Psicoterapeuti Clinica della Timidezza

PAGINE FACEBOOK

Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta Sessuologo
Clinica della TimidezzaCanale YouTube Per fare della Timidezza un Punto di Forza

Seguici su Twitter

twitter cdt

Tutti i bambini hanno auto-segnalato la quantità di televisione da loro vista ogni giorno, così come il tempo trascorso utilizzando un PC. Inoltre, hanno completato un questionario sui loro punti di forza e di debolezza (difficoltà psicologiche).

Attraverso l’uso di un accelerometro più volte alla settimana, i ricercatori hanno misurato oggettivamente il tempo di sedentarietà di ciascun ragazzo (minuti al giorno con meno di 100 impulsi al minuto) e di attività fisica (minuti al giorno con 2.000 impulsi al minuto o più).

Più dei due terzi dei bambini (69%) ha ottenuto un punteggio basso sulla scala delle difficoltà psicologiche, il 17,2% si è attestato su un valore medio, e il 13,8% ha ottenuto alti punteggi.

Tv e Pc sono associati con i punteggi più elevati nelle difficoltà psicologiche, dopo gli aggiustamenti statistici per l’attività fisica, il tempo di sedentarietà ed altri fattori supplementari (P <0.05 per tutti).

Inaspettatamente, l’aumento della sedentarietà era debolmente correlato ai più bassi punteggi delle difficoltà psicologiche, anche dopo aggiustamento per i fattori confondenti (P <0,05).
Questo significa che bisogna distinguere fra tempo sedentario e comportamenti sedentari: non è la sednetarietà in quanto tale a creare le difficoltà psicologiche, quanto le attività che in essa si svolgono.

Ora, dicono i ricercatori, bisognerebbe misurare altre attività sedentarie, come ad esempio la lettura e la socializzazione, per vedere che impatto hanno sul benessere dei ragazzi.

TERAPIE ONLINE

Terapie online
Prenota un appuntamento su Skype con i Terapeuti della

clinica della timidezza

COME SI FA:

1. Scaricare il programma Skype da Internet
2. Prendere contatto con un terapeuta (telefono, mail, whatsapp)
3. Firmare la dichiarazione per la Privacy e rispedirla Via mail
4. Effettuare bonifico di 60 euro su Iban che verrà fornito via mail o whatsapp
5. Fissare appuntamento con il terapeuta via mail. telefono o whatsapp
6. Emissione della ricevuta sanitaria (scaricabile)

COSTO DELLA TERAPIA 60 EURO

Lo studio è stato sostenuto dal National Prevention Research Initiative e il World Cancer Research Fund. Gli autori hanno riferito di non avere conflitti di interesse.
Fonte: Pediatrics Page A, et al “Children’s screen viewing is related to psychological difficulties irrespective of physical activity” Pediatrics 2010; DOI: 10.1542/peds.2010-1154 via Med Page Today

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta


Photo by National Cancer Institute on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram