Spazi pubblici e comportamento umano
Studi

Spazi pubblici e comportamento umano

Spazi pubblici e comportamento umano

Terapie online Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti - Tel. 347 0375949
Psicoterapeuta Sessuologa

ANCONA ROMA CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Ultimo Aggiornamento: Nov 6, 2020 @ 11:42

A partire dagli anni sessanta e per almeno due decenni, lavorando per la Planning Commission di New York City , il sociologo William H. Whyte ha trascorso ore e ore a filmare, fotografare e prendere appunti su come le persone si comportavano in pubblico. Dove preferivano sedersi ? Se incontravano una persona che conoscevano, quanto tempo ci parlavano prima di salutarla?

Il progetto venne chiamato Street Life Project: si proponeva di comprendere come si comportavano le persone nello spazio pubblico, al fine di capire come questo avrebbe dovuto essere progettato, per migliorare la qualità della vita delle persone.

A23/2

Nel 1975, uno degli assistenti di ricerca di Whyte, Fred Kent , fondò un’organizzazione chiamata Project for Public Spaces, per promuovere il lavoro di Whyte. Impiegando la stessa metodologia, il P.P.S. ha filmato la realtà presente in quattro grandi nodi urbani: Bryant Park; i gradini davanti al New York’s Metropolitan Museum of Art; un angolo di Chestnut Street nel centro di Philadelphia e Downtown Crossing a Boston. Lo studioso si proponeva di comprendere meglio come le persone utilizzavano gli spazi e come questi potevano essere migliorati.  Rifilmando gli stessi punti tre decenni più tardi, il canadese Keith Hampton ha pensato di poter confrontare i filmati a scopo comparativo, per rispondere a importanti domande sui cambiamenti presenti nella nostra vita sociale non tanto basandosi sulle teorie, ma sull’osservazione della realtà.

Per la sua tesi di laurea presso l’Università di Toronto, Hampton ha messo a punto uno straordinario esperimento relativo alla vita online. A metà degli anni novanta, un consorzio che comprendeva IBM e Apple ha contribuito a raccogliere più di 100 milioni di dollari per far diventare un quartiere di Newmarket, un sobborgo di Toronto, in una  città del futuro. Le case furono dotate di connessioni Internet ad alta velocità ( questo nell’era del dial – up ) i computer dotati di software avanzati, come ad esempio uno strumento per le videoconferenze tra le case e uno strumento stile Napster per la condivisione della musica. Gruppo di controllo erano le case che non rientravano negli spazi delimitati del progetto. Da ottobre 1997 ad agosto 1999, Hampton visse in un appartamento nel quartiere, osservando e intervistando i propri vicini.

TERAPIE ONLINE

Terapie online
Prenota un appuntamento su Skype con i Terapeuti della

clinica della timidezza

COME SI FA:

1. Scaricare il programma Skype da Internet
2. Prendere contatto con un terapeuta (telefono, mail, whatsapp)
3. Firmare la dichiarazione per la Privacy e rispedirla Via mail
4. Effettuare bonifico di 60 euro su Iban che verrà fornito via mail o whatsapp
5. Fissare appuntamento con il terapeuta via mail. telefono o whatsapp
6. Emissione della ricevuta sanitaria (scaricabile)

Hampton ha rilevato che, invece di isolare le persone, la tecnologia le ha rese più vicine. Ha scoperto infatti che la popolazione connessa conosceva un numero di vicini tre volte maggiore del gruppo di controllo. Essi parlavano con i vicini al telefono cinque volte più spesso e partecipavano ad un numero maggiore di eventi della comunità. Complessivamente, essi avevano maggiore facilità nell’affrontare i problemi locali, come l’eccesso di velocità delle auto o una piccola ondata di furti.

Dopo una breve esperienza come assistant professor al MIT, Hampton nel 2005 si trasferì nella University of Pennsylvania (il regno della psicologia positiva di Martin Seligman!), dove rimase fino al 2012. Nel dibattito fra tecnoscettici e tecnoutopici, Hampton sostiene che facciamo davvero male a idealizzare il passato. C’è inoltre il pregiudizio secondo il quale la tecnologia ci isola e rende la vita più caotica.

Nel 2007 , Hampton e tre dei suoi studenti hanno partecipato ad un workshop di due giorni chiamato “How to Turn a Place Around”. Si trattava di applicare la metodologia di Whyte ad ogni spazio della propria comunità, per osservare i comportamenti delle persone (Whyte morì nel 1999). Sulla base di visite a parchi e piazze di New York, Los Angeles, Seattle , Boston, Minneapolis, Montreal e Venezia , Whyte e i suoi seguaci formularono conclusioni che erano, per il loro tempo, divergenti. Ad esempio , scoprirono che la gente di città non ama gli spazi aperti e che anzi tende ad evitarli, preferendo le stradine strette ed affollate.

 SCEGLI UNO PSICOLOGO DEL NOSTRO STUDIO PROFESSIONALE
clinica della timidezza

Giuliana Proietti - Walter La Gatta

ANCONA - ROMA - FABRIANO - CIVITANOVA MARCHE - TERNI
& Via Skype

Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949
Dr. Walter La Gatta Tel. 348 3314908

 

 

Quanto ai luoghi dove sedersi, diceva Whyte, vanno bene le panchine ma ancora meglio sono le sedie mobili, che possono essere spostate a piacimento.  Inoltre: mai recintare una fontana . “Non è giusto creare fontane d’acqua e poi tenere le persone lontane da esse ” aveva scritto Whyte nel suo libro del 1980 , “The Social Life of Small Urban Spaces”: la gente ama toccare l’acqua, immergervi le mani e i piedi, tirare monetine.  Egli credeva che la fitta vegetazione potesse far sentire i luoghi meno sicuri, mentre invece le persone si sarebbero sicuramente affollate davanti ad una bancarella che vende cibo fresco.

Nel suo ufficio di Penn, Hampton è stato in grado di salvare il salvabile dei filmati di Whyte, e di convertirne in digitale 3.273, troppi però da studiare. All’inizio Hampton ha pensato di concentrarsi su un luogo specifico, tipo Times Square, ma troppi erano stati i cambiamenti per poter mettere a confronto i comportamenti sociali delle persone che frequentano la piazza oggi, rispetto ai tempi di Whyte. Alla fine Hampton si è concentrato su filmati girati dall’alto, a New York , Philadelphia e Boston. Non si poteva avere accesso alle stesse finestre e ai tetti da cui erano stati girati i film, ma in ogni città la sua squadra è stata in grado di riprodurre un punto di vista simile attraverso l’utilizzo di un grande cavalletto.

Tra il 2008 e il 2010  è stato finalmente possibile eseguire la comparazione di filmati che ammontano a più di 38 ore. “I film sono stati campionati a intervalli di 15 secondi per un totale di 9.173 periodi di osservazione “, e un team di 11 laureati e studenti universitari di Penn hanno trascorso un totale di 2.000 ore guardando questi filmati e codificando gli individui sulla base di quattro caratteristiche : sesso , dimensioni del gruppo , spostamenti e uso del telefono .

Tale osservazione non può essere considerata pienamente scientifica, ma Hampton ha fatto si che il suo lavoro potesse avvicinarsi il più possibile ad un confronto su filmati del tutto similari. “E ‘stato incredibilmente noioso “, ha detto Lauren Sessions Goulet , assistente di Hampton e co – autore del documento. Il difficile è stato fare le codifiche, ma una volta effettuate e raccolti i dati su un foglio di calcolo, in una o due settimane si è giunti alla conclusione dello studio.

TERAPIE INDIVIDUALI E DI COPPIA
clinica della timidezza
ANCONA, ROMA TERNI, FABRIANO, CIVITANOVA MARCHE
e Via Skype
CHIAMA PER APPUNTAMENTO

Visita il nostro Canale You Tube

Prima di tutto, l’uso del cellulare, ivi compresi sms e uso delle apps, era molto minore di quanto ci si poteva aspettare. Sui gradini del Museo di NY, solo il 3 per cento degli adulti ripresi in tutti i campioni erano occupati con i loro telefonini. Il dato più elevato è stato trovato all’angolo nord ovest di Bryant Park , dove la percentuale era del 10 per cento. Più importante, secondo Hampton , era il fatto che gli utenti di telefonia mobile tendevano ad essere soli, non in gruppo.

Secondo Hampton, la nostra tendenza a interagire con gli altri in pubblico è, semmai , migliorata dagli anni ’70 . I filmati P.P.S. hanno mostrato che nel 1979 circa il 32 per cento delle persone sedute sui gradini del Met erano sole, nel 2010 solo il 24 per cento erano soli nello stesso punto. A Philadelphia si è visto invece che le persone sole oggi sono più di quelle presenti negli anni settanta. Hampton sostiene che l’effetto sia in parte dovuto ad un aumento del numero di donne in strada, molte di loro sole. Oggi ci sono molte più donne sole negli spazi pubblici, in proporzione agli uomini e questo non riguarda solo Chestnut Street a Philadelphia. Sui gradini del Met , la percentuale di donne è aumentato del 33 per cento , e in Bryant Park del 18 per cento. L’unico posto dove le donne sono diminuite in proporzione era a Boston, in Downtown Crossing – un’importante zona commerciale . “Il calo delle donne all’interno di questa impostazione potrebbe essere interpretato come un cambiamento di ruoli di genere “, scrive Hampton. Gli uomini sembrano essersi fatti carico di un’attività che è stata tradizionalmente considerata femminile.

Dr. Giuliana Proietti

 

Giuliana Proietti

Seguimi su Twitter

twitter cdt

Fonte e Immagine (sui gradini del Metropolitan Museum of Art)
Technology Is Not Driving Us Apart After All, New York Times

LA MEMORIA: IL PRESENTE DEL PASSATO
Conferenza di Giuliana Proietti


Ultimo Aggiornamento: Nov 6, 2020 @ 11:42

Logo Facebook

Visita anche Psicolinea | Clinica della Coppia

About

Terapia per attacchi di panico

Terapia per Attacchi di Panico

TERAPIA PER ATTACCHI DI PANICO ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE E VIA SKYPE Molte ricerche hanno dimostrato che la terapia cognitivo ...
Leggi Tutto
Psicoterapeuti Ancona

Psicoterapeuti Ancona, anche via Skype

PSICOTERAPEUTI ANCONA, ANCHE VIA SKYPE! Seguici anche sui Social! Ad Ancona siamo nella zona dell'Ospedale Regionale di Torrette, una località ...
Leggi Tutto
Terapia sessuale e sessuologia

Terapia Sessuale e Sessuologia Ancona

TERAPIA SESSUALE E SESSUOLOGIA ANCONA La terapia sessuale e la sessuologia sono gli strumenti attraverso i quali, in caso di ...
Leggi Tutto
Terapia Ansia Ancona

Terapia Ansia Ancona

TERAPIA ANSIA - ANCONA I disturbi d'ansia riguardano l'essere eccessivamente e costantemente preoccupati per qualcosa, gli attacchi di panico, i ...
Leggi Tutto
Terapia per la Timidezza

Terapia per la Timidezza a Ancona

TERAPIA PER LA TIMIDEZZA A ANCONA La terapia per la timidezza è principalmente psicologica, perché la timidezza non è una ...
Leggi Tutto
Dr. Walter La Gatta Skype

Dr. Walter La Gatta Psicoterapeuta Sessuologo CV

Dr. Walter La Gatta Psicoterapeuta Sessuologo CV Il Dr. Walter La Gatta si è laureato in psicologia a Padova, svolge ...
Leggi Tutto
Dr. Giuliana Proietti

Curriculum e Info Dr. Giuliana Proietti

Curriculum e Info Dr. Giuliana Proietti Curriculum e Info Dr. Giuliana Proietti FORMA SINTETICA Sono una psicoterapeuta sessuologa (laurea in ...
Leggi Tutto
Clinica della Timidezza

Prima volta su Clinica della Timidezza?

Prima volta su Clinica della Timidezza? TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE SULLA CLINICA DELLA TIMIDEZZA... E' QUI, IN QUESTA PAGINA! ...
Leggi Tutto
Psicoterapeuti Clinica della Timidezza

Terapeuti Ancona, Fabriano, Terni, Roma, Civitanova Marche

TERAPEUTI ANCONA FABRIANO TERNI ROMACIVITANOVA MARCHE  Conosci i Terapeuti della Clinica della Timidezza Dott.ssa Giuliana Proietti e  Dr. Walter La ...
Leggi Tutto

Contatti

CONTATTI SUGGERIMENTI GENERALI SU Come scegliere un terapeuta Spesso è difficile orientarsi fra le varie tipologie di intervento psicoterapeutico più ...
Leggi Tutto
Clinica della Timidezza: la consulenza online

Clinica della Timidezza: consulenza online

CLINICA DELLA TIMIDEZZA:  LA CONSULENZA ONLINE E' molto frequente sentirsi senza risorse personali per affrontare i problemi della vita: stress, ...
Leggi Tutto
Archivio Storico della Consulenza online 1

ARCHIVIO STORICO | CONSULENZA ONLINE

ARCHIVIO STORICO | CONSULENZA ONLINE In questa pagina troverete l'Archivio storico di tutte le richieste di Consulenza online effettuate alla ...
Leggi Tutto
Consulenza psicologica Via Skype

Consulenza psicologica via Skype

CONSULENZA PSICOLOGICA VIA SKYPE E' possibile ricevere consulenza o sostegno psicologico a distanza VIA SKYPE In questo periodo di Corona ...
Leggi Tutto
consulenza gratuita

Consulenza psicologica gratuita del giovedì e consulenza online

Consulenza psicologica gratuita del giovedì e consulenza online CONSULENZA PSICOLOGICA VIA TELEFONO, di  GIOVEDI’ (Servizio gratuito) dalle 9.00 alle 18.00 ...
Leggi Tutto

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta Sessuologa

● Attività professionale in presenza: Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova Marche
Terapie online Via Skype e Whatsapp

● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949

Email g.proietti@psicolinea.it

Sito web : www.giulianaproietti.it

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.