Investire sulla scuola dell'infanzia
Psicologia Relazioni Scuola Studi

Investire sulla scuola dell’infanzia

Investire sulla scuola dell’infanzia

Terapie online Dr. Walter La GattaDr. Walter La Gatta - Tel. 348 3314908
Psicoterapeuta Sessuologo
ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Ultimo Aggiornamento: Ott 29, 2020 @ 10:25

Un nuovo studio pubblicato su Biological Psychiatry  si occupa degli ambienti scolastici frequentati dai bambini nella loro prima infanzia, per cercare di capire se l’ambiente influisce, positivamente o negativamente, sullo sviluppo cerebrale.

L’ambiente frequentato da bambini sembra infatti avere degli effetti duraturi sullo sviluppo del cervello. E’ dunque fondamentale identificare le strategie per mitigare questi effetti, per migliorare la salute mentale e i risultati scolastici dei bambini cresciuti in ambienti svantaggiati.

A21

Nel corso degli ultimi decenni, molte ricerche hanno mostrato che gli ambienti arricchiti di stimoli interessanti da esplorare, promuovono lo sviluppo corticale e la funzione cognitiva. Al contrario, la privazione e lo stress possono compromettere lo sviluppo corticale e attenuare alcune funzioni cognitive. I bambini che vengono allevati in ambienti di abbandono psico-sociale, come quelli che crescono in istituti per bambini orfani o abbandonati, corrono un rischio particolarmente elevato per lo sviluppo di una vasta gamma di problemi di salute mentale, tra cui il deficit di attenzione / iperattività (ADHD).

Leggi anche:  Bambini e disturbi psicologici

Ora, i nuovi dati dal Bucharest Early Intervention Project ((BEIP), pubblicati nell’ultimo numero di Biological Psychiatry, mostrano che gli ambienti deprivati frequentati nella prima infanzia sono associati con  cambiamenti drastici nello sviluppo del cervello nei bambini.

Il BEIP è uno studio longitudinale che ha seguito un campione di bambini  nelle istituzioni scolastiche della Romania a partire dalla prima infanzia. Gli autori del rapporto hanno utilizzato i dati di 58  bambini cresciuti in ambienti svantaggiati e li hanno messi a confronto con 22 bambini allevati in ambienti normali nella stessa comunità.

Tutti i bambini sono stati sottoposti a una scansione di imaging strutturale e sono stati valutati per i sintomi di ADHD. I ricercatori hanno scoperto che i bambini cresciuti in ambienti istituzionali mostrano riduzioni diffuse nello spessore corticale in diverse regioni del cervello, tra cui la corteccia prefrontale, parietale e temporali rispetto ai bambini cresciuti in famiglie normali della comunità. I dati hanno anche rivelato che lo spessore corticale ridotto in molti di quelle stessi regioni cerebrali è associato con maggiori sintomi di disattenzione e impulsività.

CHIEDI UNA CONSULENZA VIA SKYPETerapia online CDT

Ciò è coerente con ricerche precedenti che avevano coinvolto le regioni del cervello che regolano attenzione, memoria, e altri processi cognitivi vitali.

“I nuovi risultati indicano che gli alti tassi di ADHD tra i bambini cresciuti in questi ambienti svantaggiati sono spiegati, in parte, da questi modelli atipici di sviluppo del cervello,” ha spiegato l’autrice Dr. Katie McLaughlin, Assistente presso l’Università di Washington. “Questi dati inquietanti forniscono un meccanismo che mette in relazione l’allevamento istituzionale con la compromissione dello sviluppo corticale”, ha affermato il dottor John Krystal, direttore di Biological Psychiatry. “Essi suggeriscono che la società dovrebbe investire nell’arricchimento degli ambienti istituzionali e rafforzare in questo modo la capacità di queste istituzioni di offrire sostegno alla salute mentale”.

Non solo vi sarebbero meno bambini con ADHD ma si potrebbe migliorare l’impatto di queste persone nella produttività sociale e professionale.

Dr. Walter La Gatta

 

clinica della timidezzaCanale YouTubeDr. Walter La GattaConsulenza Via Skype

Fonte:
Institutional Rearing May Increase Risk for Attention-Deficit Disorder by Altering Cortical Development, Elsevier

Prima volta su Clinica della Timidezza?

Il nostro sito si occupa del benessere delle persone timide e ansiose
Clicca qui per saperne di più e tornaci a trovare presto !

TERAPIE INDIVIDUALI E DI COPPIA
clinica della timidezza
ANCONA, ROMA TERNI, FABRIANO, CIVITANOVA MARCHE
e Via Skype
CHIAMA PER APPUNTAMENTO

Visita il nostro Canale You Tube

Immagine:
Freepik

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

E' responsabile del sito
www.clinicadellatimidezza.it

Riceve ad Ancona, a Fabriano e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.