Quanto è importante sapersi rilassare

sapersi rilassareLa collaborazione fra i membri del Benson-Henry Institute for Mind/Body Medicine presso il Massachusetts General Hospital (MGH) ed il Genomics Center presso il Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) ha permesso la pubblicazione di uno studio sulla rivista online PLoS One.

“Per centinaia di anni la medicina occidentale ha guardato alla mente e al corpo come se fossero due entità separate” dice il Dr. Herbert Benson, direttore emerito del Benson-Henry Institute e co-autore del report. “Ora abbiamo scoperto come cambiando l’attività della mente possiamo influire sul funzionamento delle istruzioni genetiche di base”.

sapersi rilassare

La collaborazione fra i membri del Benson-Henry Institute for Mind/Body Medicine presso il Massachusetts General Hospital (MGH) ed il Genomics Center presso il Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) ha permesso la pubblicazione di uno studio sulla rivista online PLoS One.

“Per centinaia di anni la medicina occidentale ha guardato alla mente e al corpo come se fossero due entità separate” dice il Dr. Herbert Benson, direttore emerito del Benson-Henry Institute e co-autore del report. “Ora abbiamo scoperto come cambiando l’attività della mente possiamo influire sul funzionamento delle istruzioni genetiche di base”.

Towia Libermann, psicologo, direttore del BIDMC Genomics Center e co-autore dello studio aggiunge: “Questo è il primo studio su come la mente possa influenzare l’espressione genetica in soggetti sani”.

Più di 35 anni fa fu Benson a descrivere per primo questa risposta dell’organismo, a seguito di pratiche di meditazione e preghiera. Negli anni numerosi studi hanno dimostrato come il rilassamento non solo allevia i sintomi dei disturbi psicologici, ma influenza i fattori fisiologici come il battito cardiaco, la pressione sanguigna, il consumo di osseigeno e l’attività cerebrale.

Sebbene si fosse compreso che il rilassamento era la situazione opposta a quella di attacco o di fuga, non si sapeva quale fosse il meccanismo che produceva questo fenomeno. Con questo studio si è cercato di investigare se i cambiamenti nell’espressione dei geni (alcuni specifici geni attivati o repressi nella loro attività) potessero dipendere dal rilassamento.

In questo studio sono stati messi a confronto 19 soggetti che da tempo si dedicavano alle tecniche di rilassamento con 19 soggetti che non si erano mai dedicati a tali pratiche e che avevano frquentato solo un corso di introduzione di due mesi.

Leggi anche:  Timidezza ed autostima si influenzano reciprocamente

Si è potuto così constatare che il rilassamento altera effettivamente l’espressione genica nei processi di infiammazione, morte programmata delle cellule e trattamento dei radicali liberi – molecole prodotte dal normale metabolismo che, se non vengono appropriatamente neutralizzate, possono danneggiare cellule e tessuti.

Del resto queste tecniche vengono utilizzate da millenni e non conta il tipo di rilassamento che si pratica (yoga, meditazione, respirazione, preghiera ecc.): il meccanismo che si mette in moto è lo stesso.

Links:

Massachusetts General Hospital,

EurekAlert!

Fonte: ScienceDaily

Dr. Walter La Gatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram