Le sostanze stupefacenti nell'Europa preistorica
Studi

Le sostanze stupefacenti nell’Europa preistorica

Le sostanze stupefacenti nell’Europa preistorica

Terapie online Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti - Tel. 347 0375949
Psicoterapeuta Sessuologa

ANCONA ROMA CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Ultimo Aggiornamento: Nov 2, 2020 @ 18:25

Quando pensiamo alle sostanze stupefacenti pensiamo sempre che sia un’abitudine relativamente recente e ci è difficile immaginare che le droghe che ancora oggi si utilizzano erano conosciute già nel periodo della preistoria, anche nelle zone dell’attuale Europa.

I popoli preistorici europei tuttavia non utilizzavano le sostanze stupefacenti per provare un piacere edonistico, come accade al giorno d’oggi: l’uso delle droghe, come alcool e estratti da piante (ad esempio papaveri da oppio e funghi allucinogeni) era altamente regolamentato da un sistema di credenze e riti sacri relativi in particolar modo alla cerimonia della sepoltura.

A22

Elisa Guerra-Doce della Universidad de Valladolid in Spagna sostiene in una sua ricerca (pubblicata sul Journal of Archaeological Method and Theory) che l’uso di droghe aveva lo scopo di favorire la comunicazione con il mondo spirituale. Nella ricerca sono stati esaminati quattro diversi tipi di documenti archeologici: resti di foglie, frutti o semi di piante psicoattive; residui indicativi di bevande alcoliche; alcaloidi psicoattivi trovati nei reperti archeologici e resti scheletrici della preistoria, oltre alla rappresentazione artistica di specie vegetali che alterano l’umore e scene di consumo di bevande. Questi resti includono tracce di papavero nei denti di un maschio adulto in un sito neolitico in Spagna, semi carbonizzati su ciotole che si trovano in Romania, tracce di birra di orzo su parecchi vasi di ceramica recuperati in Spagna, o immagini che raffigurano l’uso rituale di funghi allucinogeni, trovate in Italia.

LA MEMORIA: IL PRESENTE DEL PASSATO
Conferenza di Giuliana Proietti

La Guerra-Doce ha scoperto queste tracce di uso di sostanze stupefacenti soprattutto nelle tombe e in altri luoghi cerimoniali: da qui l’idea che tali sostanze fossero fortemente legate agli usi rituali. Esse venivano consumate per alterare il normale stato di coscienza, o anche per raggiungere uno stato di trance.

I dettagli dei rituali non sono ancora chiari, ma l’ipotesi è che le sostanze fossero utilizzate nel corso di riti mortuari, per fornire sostentamento per i defunti nel loro viaggio nell’aldilà, o come una sorta di tributo alle divinità infernali.

Il diritto all’uso di tali sostanze sembra fosse altamente regolamentato, dato che erano un mezzo per connettersi con il mondo dello spirito e quindi avevano un ruolo sacro.
Dr. Giuliana Proietti

 

Giuliana Proietti

Seguimi su Twitter

twitter cdt

Fonte:
From opium to magic mushrooms, prehistoric people used many mind-altering substances, PsyPost
Immagine:
Wikimedia

TERAPIE ONLINE

Terapie online
Prenota un appuntamento su Skype con i Terapeuti della

clinica della timidezza

COME SI FA:

1. Scaricare il programma Skype da Internet
2. Prendere contatto con un terapeuta (telefono, mail, whatsapp)
3. Firmare la dichiarazione per la Privacy e rispedirla Via mail
4. Effettuare bonifico di 60 euro su Iban che verrà fornito via mail o whatsapp
5. Fissare appuntamento con il terapeuta via mail. telefono o whatsapp
6. Emissione della ricevuta sanitaria (scaricabile)

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta Sessuologa

● Attività professionale in presenza: Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova Marche
Terapie online Via Skype e Whatsapp

● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949

Email g.proietti@psicolinea.it

Sito web : www.giulianaproietti.it

Biografia completa della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.