anello delle emozioni

Una nuova ricerca pubblicata su ll’International Journal of Business Intelligence and Data Mining riferisce di un tentativo di sviluppare uno strumento per combattere gli attacchi di panico via web. Se ne stanno occupando Vincent Tseng e Bai-En Shie della National Cheng Kung University e lo psichiatra Fong-Lin Jang del Chi-Mei Medical Center, di Tainan, Taiwan.

Come ben sappiamo, vivere in una società industrializzata e tecnologica come quella attuale spesso ci porta a soffrire di malattie psicologiche. I disturbi più frequenti sono: ansia, disturbi ossessivo-compulsivi, depressione.

I disturbi da attacchi di panico non vengono sempre diagnosticati correttamente, sebbene rappresentino una malattia cronica per un numero enorme di pazienti, i quali spesso devono recarsi in ospedale. Le loro paure psicologiche si trasformano infatti spesso in capogiri, dolori al petto, difficoltà di respirazione,  palpitazioni, ecc., sintomi spesso percepiti dal paziente come gravi problemi di salute, come attacchi di cuore o asma. Per questo chi soffre di attacchi di panico ricorre con frequenza al Pronto Soccorso (anche se non ve ne sarebbe la necessità).

La vita sociale e le attività di questi pazienti sono molto limitate, per evitare l’insorgere dei sintomi ed una qualità della vita così scarsa può portare facilmente a soffrire di depressione o all’abuso di sostanze.

Il team di ricerca sta però mettendo a punto uno strumento veramente interessante, che potrebbe essere utilissimo sia per gli operatori sanitari, sia per i pazienti. Si tratta di un anello senza fili che misura costantemente la temperatura corporea ed è collegato ad un sito web nel quale sono presenti degli operatori che possono prestare immediata assistenza al paziente, attraverso un cellulare, dove possono rispondere a delle domande o fornire informazioni, anche via web.

Il sistema permette inoltre al paziente di registrare le attivazioni fisiologiche del suo corpo (e le proprie autovalutazioni relative) in un data base. La registrazione della temperatura corporea è già un ottimo indicatore dello stato emotivo del paziente. Ai pazienti viene poi insegnata una tecnica di rilassamento mentale e muscolare, da applicare quando la temperatura corporea si innalza. Lo strumento funziona praticamente come un apparecchio di biofeedback, strumento che viene utilizzato da più di trenta anni e con efficacia, ma che ha il difetto di non essere attualmente uno strumento piccolo e maneggevole. I dati registrati saranno inoltre importanti anche per il personale sanitario che tiene in cura il paziente.

Leggi anche:  Quale terapia è più indicata per l'ansia sociale?

Il sistema è stato testato finora su dieci pazienti ed ha funzionato perfettamente per quanto riguarda il biofeedback. Ora c’è da mettere a punto un sistema adeguato di comunicazione perché operatore sanitario e paziente possano facilmente entrare in contatto, in qualsiasi momento.

Fonte: Shie et al. Intelligent panic disorder treatment by using biofeedback analysis and web technologies. International Journal of Business Intelligence and Data Mining, 2010 via Science Daily

Dr. Walter La Gatta

www.clinicadellatimidezza.it
Immagine: Bezrukov

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta sessuologo. Riceve a Ancona, Fabriano, Civitanova Marche Roma e fa Terapie online, via Skype.

Email w.lagatta@psicolinea.it
Sito web www.walterlagatta.it
Telefono 348 3314908

Si occupa principalmente di:

. Psicoterapie individuali e di coppia
. Sessuologia
. Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
. Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova e Terni. Possibili anche consulenze via Skype. Per appuntamenti: 348 – 331 4908

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta: qui

Biografia completa del Dr. Walter La Gatta: qui

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram