spettro della timidezza
Ansia Psicologia Relazioni Scuola Timidezza

Spettro della Timidezza

Spettro della Timidezza

Terapie online Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti - Tel. 347 0375949
Psicoterapeuta Sessuologa

ANCONA ROMA CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e Via Skype

Ultimo Aggiornamento: Giu 12, 2021 @ 12:55

C’è un dibattito in corso sulla classificazione della timidezza. C’è forse qualche punto del continuum dell’essere timidi che può essere considerato patologico? Come può essere determinato?

La timidezza è una sensazione di apprensione, mancanza di conforto o imbarazzo, provati specialmente quando ci si trova insieme ad altre persone. Questo si verifica comunemente in nuove situazioni o con persone non familiari. Può trattarsi di una caratteristica relativa a persone che hanno una bassa autostima, ma non sempre è così.  Le forme più forti di timidezza sono solitamente indicate come ansia sociale o fobia sociale. La principale caratteristica che definisce la timidezza è il giudizio altrui sul proprio comportamento e sulla paura di ricevere reazioni negative, di essere derisi, umiliati, criticati o rifiutati.

A34/A11

Per queste ragioni una persona timida può preferire l’evitamento delle situazioni sociali.

Leggi anche:  Curare la propria immagine

Un aspetto importante della timidezza è lo sviluppo delle abilità sociali. Scuole e genitori possono implicitamente ritenere che i bambini siano pienamente capaci di un’efficace interazione sociale e per questo la formazione alle abilità sociali non ha alcuna priorità (diversamente dalla lettura e dalla scrittura). Di conseguenza, ai bambini timidi non viene data l’opportunità di sviluppare la propria capacità di partecipare in classe e di interagire con i compagni.

Spettro della Timidezza:

La normale timidezza interessa fino al 40% degli adulti, mentre l’estrema timidezza riguarda il 15% delle persone. Dall’altra parte dello spettro, possiamo trovare delle persone molto estroverse, sempre a caccia di stimoli sociali e che amano conoscere gente e fare sempre nuove esperienze.

Il 15/20% dei bambini è inibito e dunque:
– è estremamente reattivo agli stimoli sociali;
– può piangere o mostrare comportamenti di disagio davanti a persone o situazioni sconosciute
– da adulto potrebbe sviluppare un disturbo di ansia sociale

Il 40% dei bambini è estroverso e dunque:
– non reagisce particolarmente agli stimoli sociali
– assorbe con calma le sfide che gli si presentano
– da adulto potrebbe diventare una persona che ama le emozioni forti, la carica adrenalinica

Fonte:
LiveScience

.Dr. Giuliana Proietti

LA MEMORIA: IL PRESENTE DEL PASSATO
Conferenza di Giuliana Proietti

 

Giuliana Proietti

Seguimi su Twitter

twitter cdt



Guarda tutti i papers e i video dei nostri Convegni e Webinar

Convegni e Webinar


Seguici anche sui Social!

Psicoterapeuti Clinica della Timidezza

PAGINE FACEBOOK

Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta Sessuologo
Clinica della TimidezzaCanale YouTube Per fare della Timidezza un Punto di Forza

Seguici su Twitter

twitter cdt

 

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta Sessuologa

● Attività professionale a Ancona, Roma, Fabriano, Civitanova Marche
● Terapie online Via Skype, Zoom, Teams e Whatsapp
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 anche via whatsapp

Email g.proietti@psicolinea.it

Sito web : www.giulianaproietti.it

Biografia della Dr. Giuliana Proietti: qui

Tweets di @gproietti

Articoli Consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.