Rilassarsi in vacanza: qualche consiglio

Rilassarsi in vacanza: qualche consiglio

Rilassarsi in vacanza: qualche consiglio

 

Dr. Giuliana Proietti

 

Rilassarsi implica lasciare andare tutti i pensieri e tutte le preoccupazioni del quotidiano: questo è sempre più difficile nel nostro mondo digitale che ci porta ad essere sempre collegati. Attraverso lo smartphone abbiamo imparato a combinare vita privata e lavoro, per cui non c’è più una netta separazione fra questi due aspetti della vita e “staccare la spina” è sempre più difficile.

Il problema è che, molto spesso, non desideriamo veramente “staccare”, perché lo smartphone è diventato un modo per evadere dalla noia del quotidiano: ad esempio, piuttosto che cercare disperatamente un argomento interessante o divertente quando siamo a tavola con gli amici, copriamo i momenti di silenzio dedicandoci alle notifiche dei social, alle mail, ai messaggi whatsapp, mescolando notizie giornalistiche,  vita privata e problemi che riguardano il lavoro.

A12

A questo punto rilassarsi non è più un aspetto naturale della vita, ma è diventata un’arte. Ecco qualche consiglio utile per riuscirci, specialmente quando si è in vacanza. (E’ implicito che il cellulare deve essere spento, silenziato, o sconnesso da Internet, per la maggior parte del tempo) :

  • Evitare la routine. Per rendere le giornate diverse, chiedere alle persone con cui si è in vacanza di organizzare delle cose da fare, secondo i propri gusti, per un massimo di due ore. In questo modo la giornata sarà scandita da comportamenti che non riguardano la propria quotidianità, si riceveranno stimoli diversi, ci si prenderà la soddisfazione di fare insieme ad altri le cose che ci piacciono davvero.  Anche le proposte “noiose” da parte degli altri potranno essere bene accolte, visto che dureranno al massimo due ore.
  • Ricordarsi delle passioni giovanili. Cosa ci piaceva fare da giovani, o da bambini?  La sfida è quella di adattare questi giochi e interessi giovanili ad una versione adulta. Se ci piaceva, ad esempio, costruire castelli di sabbia, oggi potremmo provare con delle sculture di sabbia, oppure seguire un corso per imparare a fare il pane in una Country House, o frequentare un corso di ceramica da un vecchio cocciaio in un agriturismo.
  • Connettersi con la natura. Trascorrere qualche minuto nella natura quando ci si sente stressati può aiutare il rilassamento. Si può fare una passeggiata, anche breve, o semplicemente sdraiarsi in un prato. Osservare attentamente la natura anche solo per pochi minuti minuti può dare un grande senso di calma interiore.
  • Fare attività fisica. I più attivi non hanno bisogno di consigli, poiché sanno già cosa fare. I più pigri possono imparare a fare una passeggiata intorno al proprio isolato tutte le sere prima di andare a dormire, fare dieci minuti di stretching tutte le mattine, fare un corso di yoga o di tai chi (o leggere un libro con suggerimenti pratici su questi argomenti). Un’idea è quella di comprarsi o affittare un monopattino e andare in giro allegramente per la città.
  • Non dormire durante il giorno. Per fare un sonno più profondo e ristoratore di notte è importante evitare di andare a dormire di giorno. E’ meglio non fare troppo tardi la sera e concedersi almeno otto ore di sonno.
  • Migliorare l’alimentazione. Un buon modo per rilassarsi meglio è mangiare sano e mangiare leggero. Si può occupare il tempo per dedicarsi personalmente alla spesa e alla cucina locale, oppure evitare grosse abbuffate, solo perché sono comprese nel prezzo dell’albergo… Mangiare il giusto e mangiare bene permette al corpo di rilassarsi meglio.
  • Cercare il relax in una spa. Esistono luoghi nati proprio per permettere il relax: quale modo migliore per rilassarsi in vacanza se non concedersi un trattamento spa? Molti hotel e complessi turistici dispongono di centri benessere o il portiere d’albergo può consigliare una struttura locale dove farsi fare un massaggio per rimuovere i nodi muscolari e la tensione dalla parte superiore della schiena e delle spalle.
  • Limitare i luoghi da visitare. Meglio vedere poche cose, ma vederle bene, magari soggiornandovi per più giorni, per gustare anche la cucina e le tradizioni del luogo. E’ ormai passato il turismo di massa e l’obbligo di mettere bandierine ovunque per far sapere agli altri quanto è interessante la propria vita o la propria vacanza. Assicurarsi che il proprio itinerario di viaggio non sia troppo frenetico da non permettere di rallentare i ritmi e di rilassarsi. Un’idea può essere quella di affidarsi a una guida locale, che permetterà di evitare le pressioni organizzative, potendo godere a pieno tutte le bellezze che si stanno visitando.
  • Dedicarsi alla lettura e all’approfondimento dei propri hobbies. Un libro interessante è sempre una ottima compagnia. La vacanza è il tempo ideale per dedicarsi ai propri interessi, ai propri sogni, alle proprie riflessioni. Chi ama scrivere può provare a scrivere un diario di viaggio o, se lo desidera da tempo, cominciare a scrivere il romanzo che ha in mente da tempo, o la sua autobiografia.
  • Fare sedute online di psicoterapia. Una volta in vacanza non era possibile portare con se il proprio terapeuta e sentirsi così più sollevati e rilassati dopo una seduta di psicoterapia. Oggi è possibile farlo online, via Skype o Whatsapp, prenotando per tempo delle sedute da fare mentre si è nei posti più lontani da casa propria, ovviamente se c’è una linea Internet che permette il collegamento (meglio informarsi bene prima di partire!)
    Alla fine, riaccendere il cellulare o il computer può non essere così male… 😉
Leggi anche:  Bambini e animali domestici: vantaggi e criticità

Dr. Giuliana Proietti

Terapie Online Dr. Giuliana Proietti

TERAPIE ONLINE

Dr. Giuliana Proietti 347 0375949

Prenota un appuntamento con i Terapeuti della
Clinica della Timidezza

Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

Scopri di più su Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta 348 3314908

Clinica della Timidezza, online da 20 anni+Ci occupiamo di timidezza da 20+anni
Costo della Terapia online: 70 euro, individuale e di coppia

 

Immagine:

Freepik

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram